Home Cronaca San Cipriano Picentino, inferno di fuoco sul Monte Cerreta

San Cipriano Picentino, inferno di fuoco sul Monte Cerreta

Covid-19

Italia
13,368
Totale Casi Attivi
Updated on 11 August 2020 11:34
37,889FansMi piace
702FollowerSegui
1,500FollowerSegui
250FollowerSegui
980IscrittiIscriviti

Tag

Ancora incendi a San Cipriano Picentino: questa volta fiamme divorano i boschi del Monte Cerreta. Polemiche sulla mancanza dei mezzi per lo spegnimento

“Vi è tra i monti una valle bellissima sulla quale sovrasta, ergendosi al cielo, la rupe Cerreta con queste parole, Jacopo Sannazaro, descrive il Comune di San Cipriano Picentino.

- Advertisement -

Proprio sul monte esaltato dal poeta, è in corso un incendio divampato questo pomeriggio sul versante sud del Monna. Il bosco sulla Cerreta continua a bruciare da diverse ore.

Tante le segnalazioni da parte dei cittadini sui social. Gli abitanti, preoccupati dal rogo di natura ancora indefinita, chiedono agli amministratori di intervenire e incentivare operazioni di spegnimento.

Tra i vari commenti, il Vice Sindaco Gennaro Aievoli, informa i residenti di aver allertato nel pomeriggio la centrale operativa di Salerno.

Quest’ultima, ammettendo la scarsità di mezzi aerei a disposizione, avrebbe però dichiarato l‘impossibilità di intervento per lo spegnimento.

L’assessore ha così aggiunto: “se fossero venuti con l’elicottero in 10 min, grazie alla vasca antincendio di Madonnelle, avrebbero spento il focolaio.”

Ebbene, a destare molta indignazione è la penuria dei mezzi messi a disposizione per arginare e spegnere nell’immediato le fiamme.

In particolare, la mancanza dei canadair. A quanto pare la flotta a disposizione era impegnata su altri fronti e la lista di attesa era lunga.

Il calar della sera e le raffiche di maestrale hanno poi reso impossibile qualsiasi manovra di avvicinamento alle sterpaglie e alla selva in fiamme.

Drammatiche ore dunque per l’ambiente del Picentino, un vero e proprio “inferno di fuoco” continua a spaventare i residenti.

In tanti assistono impotenti a un terribile spettacolo non della natura ma della mano criminale dell’uomo. Intanto le fiamme divorano decine di ettari di vegetazione boschiva.

 

LiveZon
zerottonove