Home Eventi Premio Barliario 2020, VI edizione del SalerNoir Festival

Premio Barliario 2020, VI edizione del SalerNoir Festival

Covid-19
Aggiornamenti

Italia
558,068
Totale Casi Attivi
Updated on 16 January 2021 16:34
37,889FansMi piace
702FollowerSegui
1,500FollowerSegui
250FollowerSegui
980IscrittiIscriviti

Tag
zerottonove.it

VI edizione SalerNoir Festival le notti di Barliario. Cinque giurati lettori e professionisti esperti nei temi dei gialli, thriller e noir nominati per decidere il vincitore dei mille euro del Premio Barliario

SalerNoir Festival. Una giuria di cinque professionisti esperti nei temi dei romanzi di genere, è al lavoro sui tre libri finalisti del Premio Barliario 2020, per la VI edizione del SalerNoir Festival le notti di Barliario, diretto dalla scrittrice Piera Carlomagno.

Sono gli avvocati penalisti Massimo Ancarola e Arnaldo Franco, il regista teatrale Andrea Carraro, l’ispettore di polizia Mattia Raimondo e il magistrato Maria Rita Tartaglia. Una giuria qualificata che interviene dopo la prima selezione da parte di 35 cittadini salernitani appassionati lettori, donne e uomini di diverse età e diverse professioni, che hanno scelto la terna finalista. La giuria degli esperti deciderà il romanzo che vince il premio di mille euro messo a disposizione dalla Fondazione Carisal, che collabora e sostiene l’evento ideato e organizzato dall’associazione Porto delle Nebbie.

I tre libri finalisti del Premio Barliario 2020, per la VI edizione del SalerNoir Festival secondo l’ordine alfabetico degli autori:

“Alla fine del viaggio” di Antonio Fusco, edito da Giunti (Il commissario Casabona non è in vena di festeggiamenti: sui tetti esplodono i fuochi d’artificio quando la moglie gli annuncia che sta per andarsene di casa. Un duro colpo per Casabona, ma una telefonata lo richiama al dovere: un uomo è stato ucciso da un treno in corsa. Un incidente? No, visto che la vittima è stata legata a una sedia sui binari).

“L’isola delle anime” di Piergiorgio Pulixi, edito da Rizzoli (Li chiamano cold case. Sono le inchieste senza soluzione, il veleno che corrompe il cuore e offusca la mente dei migliori detective. Quando vengono confinate alla sezione Delitti insoluti della questura di Cagliari, le ispettrici Mara Rais ed Eva Croce ancora non lo sanno quanto può essere crudele un’ossessione).

“La danza dei veleni” di Patrizia Rinaldi, edito da E/O (La detective ipovedente Blanca e i suoi colleghi, il commissario Martusciello, l’agente scelto Carità, Liguori e Micheli, si ritrovano a dover risolvere due casi che sembrano scollegati: il traffico di animali illegali provenienti dall’estero e la morte di una donna, apparentemente avvenuta a causa del morso di un ragno, rarissimo e letale).

Per motivi legati alle restrizioni anti-Covid e al perdurante clima di incertezza sulla ripresa delle attività culturali dal vivo, la gara resta comunque congelata fino al momento in cui ci sarà la possibilità di organizzare la cerimonia in presenza a Salerno. Il vincitore sarà annunciato solo durante la serata.

Il Comitato organizzatore del Festival è composto dalla direttrice artistica Piera Carlomagno, dalla direttrice organizzativa Rosanna Belladonna, dai componenti dell’associazione Pina Masturzo, Massimiliano Amato, Tina Cacciaglia, Angelo Cennamo, Marcello Ravveduto, dal presidente della della Fondazione Carisal Mimmo Credendino, dal direttore Francesco Innamorato e dalla referente della Fondazione per il Festival Gabriella Monetta

Il Premio Barliario 2020 è inserito nella VI edizione del SalerNoir Festival, organizzato dall’Associazione Porto delle Nebbie, con il sostegno e la collaborazione della Fondazione Carisal e la collaborazione del Comune di Salerno e del teatro Ghirelli Casa del Contemporaneo.