Salernoadarte: l’architettura sintesi dell’arte



di

Maria Laura Aliberti

Valeria Polverino

Ha  preso il via lo scorso  14 giugno all’interno del complesso monumentale di Santa Sofia, di Salerno,  la mostra collettiva di architettura “Salernoadarte” organizzata dall’associazione culturale Confusion.

Fino al 24 giugno verranno esposti i lavori dei giovani architetti salernitani, che hanno preso parte a questo evento innovativo. L’architettura si incontra e si fonde con altre forme d’arte dal cinema, alla scultura fino ad arrivare alla  musica.

“ C’è fermento  e i giovani  non stanno fermi ad aspettare che qualcosa cambi ” è questo il messaggio che vuole trasmettere Angelo Viscido, curatore dell’evento e fondatore dell’associazione Confusion che in poco meno di 3 mesi è riuscito ad organizzare, con l’aiuto del suo valido staff, l’evento “Salernoadarte” che nell’immediato ha ottenuto grande successo.

Dello stesso parere anche Angelo Carpinelli uno dei giovani architetti che ha preso parte alla mostra : “Salernoadarte è una vetrina per  gli architetti salernitani , è un modo per dare spazio e soprattutto voce alla realtà locale, contaminando e coinvolgendo più arti”. Tra gli espositori anche Francesco Rizzo, che considera l’evento “un’occasione di confronto per crescere ed instaurare nuove collaborazioni”.   L’architettura quindi, è sintesi dell’arte dove forme e stili si intersecano e danno vita all’anima della città. Architetti quindi,  non come semplici esecutori di opere edilizie talvolta fredde ma come comunicatori della nuove esigenze sociali concretizzate in modelli abitativi consoni alla dignità umana. Lodevole, questo evento e tanti altri simili soprattutto perché dà voce ai giovani, ricchi ancora di idee e di entusiasmo!

 

 

Leggi anche