Salerno, ultras aggredirono Capotreno: ora scattano i Daspo

aggressione donna cinese coronavirus

Salerno, un gruppo di ultras aggredì la Capotreno in occasione della partira della squadra di calcio di Angri. Ora per loro scatta il Daspo

Salerno, il Questore della Provincia ha adottato due provvedimenti di Divieto di Accesso alle manifestazioni Sportive (DASPO) della durata di un anno nei confronti dei due tifosi della squadra di calcio di Angri, già denunciati da personale della Polizia di Stato appartenente al Commissariato di Pubblica Sicurezza di Nocera Inferiore per i reati di violenza e minaccia ad incaricato di pubblico servizio, commessi nel pomeriggio di sabato 15 settembre 2018, a bordo di un treno regionale su cui si erano resi protagonisti di un’aggressione nei confronti del capotreno, una giovane donna.

Come è noto, il gruppo di tifosi, composto da 26 “ultras”, era sul treno per recarsi a Mercato San Severino ed assistere all’incontro di calcio programmato in campo neutro tra la compagine “A.S.D. Calpazio” e la squadra di Angri “U.S. Grigio Rossi 1927”. Al momento di salire a bordo del treno, due individui appartenenti al gruppo, privi di biglietto, hanno strattonato e spinto la Capotreno appena quest’ultima ha cercato di assicurarsi che i due avessero pagato regolarmente il viaggio, insultandola e rivolgendole espressioni volgari.

Gli agenti della Polizia di Stato di Nocera Inferiore ha raggiunto immediatamente i tifosi in quell’occasione, dapprima nella Stazione di Nocera Inferiore e successivamente a Mercato San Severino, provvedendo a filmare e ad identificare tutti i soggetti, tra cui i due aggressori, un 20enne residente ad Angri ed un 25enne residente a Scafati.

I due provvedimenti D.A.SP.O., predisposti dal personale della Divisione Anticrimine della Questura di Salerno, che seguono i deferimenti all’Autorità Giudiziaria dei due tifosi, si inseriscono nelle attività di contrasto della Polizia di Stato al fenomeno della violenza in occasione di manifestazioni sportive.