Salerno, previsto per le 12 lo sbarco di 1264 migranti presso il Molo Manfredi



Salerno, previsto per le 12 presso il Molo Manfredi lo sbarco di circa 1264 migranti. L’arrivo della nave era inizialmente previsto per le 9, ma a causa di condizioni non favorevoli del mare è stato posticipato alle 12

Aggiornamento ore 14.55

Anche il Sindaco di Salerno Vincenzo Napoli ha rilasciato una sua dichiarazione sull’argomento.

Aggiornamento ore 14.00 

Nessun ferito ma alcune persone hanno riportato delle fratture e sono state le prime a scendere. Poi è toccato alle donne (11 in stato interessante) e ai minori di cui tanti tantissimi non accompagnati. La maggior parte dei profughi provengono dai paesi dell’Africa sub-sahariana ma anche dal Pakistan e dal Bangladesh. Sono stati recuperati durante delle operazioni a largo della costa libica.

Sul posto per l’accoglienza i volontari della Croce Rossa. 300 resteranno in Campania. Gli altri saranno divisi in tutta Italia: 150 in Piemonte, 75 in Toscana, 96 in Lombardia, 75 in Veneto, 50 in Abruzzo, 50 in Molise, 50 in Friuli, 100 in Emilia Romagna, 39 in Liguria, 50 nelle Marche, 50 in provincia di Trento e Bolzano 50 in Basilicata, 50 in Umbria, 11 in Valle d’Aosta.

 

Salerno, previsto per le ore 12 lo sbarco di circa 1264 migranti presso il Molo Mafrendi, che si sta preparando all’accoglienza. La nave spagnola , Rio Seguro, che sta trasportando i migranti, sarebbe dovuta arrivare intorno alle ore 9 di questa mattina, ma per via delle condizioni non favorevoli del mare l’approdo è stato posticipato alle 12.

Questo è lo sbarco numero venti che Salerno si prepara ad accogliere ed è tra i più numerosi. Sulla nave non si contano cadaveri, ci sarebbero invece 11 donne incinte e 256 minori tra cui 13 lattanti. I migranti provengo per lo più dal Congo, Niger, Guinea, Sudan Nigeria, Ghana, Mali, Gambia, Senegal, Bangladesh, Pakistan e Camerun.

Per quel che riguarda i problemi igienico-sanitari, non risultano feriti gravi sulla nave, ma non stati già individuati alcuni casi di scabbia, febbre e gastroenterite.

La Prefettura, che si è riunita ieri in riunione, ha fatto il punto della situazione per poter reagire bene allo sbarco attivando le procedure necessarie e la macchina dei soccorsi. La prima forma di accoglienza riservata ai migranti si occuperà degli aspetti sanitari, la Croce Rossa, i volontari e personale specializzato daranno la prima assistenza ai migranti e in caso di situazioni gravi avverrà il trasporto in ospedale.

Per chi non avrà necessità di cure mediche ci sarà subito il trasporto verso l’hub di via Carrari dove avranno luogo le prima identificazioni.

Tra i 1200 migranti solo 300 rimarranno in Campania , gli altri verranno accompaganati in altre regioni d’Italia. Il trasferimento inizierà già questa notte con i primi 300 migranti che con i bus raggiungeranno la destinazione scelta per loro.

Intanto al Molo Manfredi, in attesa dello sbarco, sono presenti gli spettatori della Frontex, l’agenzia Europea della Guardia di Frontiera e Costiera.

 

 

Leggi anche