Home Eventi Salerno, al via la nona edizione del Jazz and Pop Festival

Salerno, al via la nona edizione del Jazz and Pop Festival

Covid-19

Italia
14,242
Totale Casi Attivi
Updated on 8 July 2020 16:33
37,889FansMi piace
702FollowerSegui
1,500FollowerSegui
250FollowerSegui
980IscrittiIscriviti

Tag

Dal 17 al 19, tre serate all’Augusteo di Salerno tra jazz locale, contaminazioni pop e grandi ospiti stranieri. Il 18 omaggio alla memoria di Mango

Un maggio musicale come mai prima d’ora: dopo il Concertone del Primo Maggio a Santa Teresa, Salerno amplia la sua offerta culturale con un cartellone ricco di appuntamenti.

- Advertisement -

Si parte la settimana prossima con la nuova edizione del “Jazz and Pop Festival”, kermesse musicale organizzata dal Conservatorio Martucci di Salerno, giunta al nono anno di programmazione.

Passione locale e contaminazioni: presentato in mattinata a Palazzo di Città, l’appuntamento 2019 si preannuncia ricco e dal potenziale artistico molto variegato.
5 concerti in 3 giorni (17, 18 e 19 maggio) al Teatro Augusteo pronti a unire la straordinaria tradizione jazzistica salernitana a esperimenti pop proposti dai tanti giovani del Conservatorio, vero e proprio motore della rassegna.

“Anche quest’anno al Festival non mancherà la sua qualità più importante: la presenza dei nostri studenti del corso di Jazz, tra i più importanti in Italia – spiega il direttore del Conservatorio, Imma BattistaSalerno è territorio fertile per le contaminazioni jazz, e l’apertura al pop è un segnale del lavoro d’innovazione portato avanti dal nostro istituto e dai suoi maestri, artisti prima di tutto”.

Sulla stessa linea d’onda si esprime il sindaco Vincenzo Napoli: “Una provvida contaminazione vedrà artisti d’eccellenza incontrarsi con i giovani, affamati di acquisire il mestiere”.

I concerti

Un palinsesto composto da serate, interamente gratuite, dal grande valore artistico.
L’arte jazzistica quest’anno sarà rappresentata da musicisti dalla forte impronta locale, accompagnati da importanti interpreti stranieri: si comincia il 17 con lo storico sassofonista James Senese e i Napoli Centrale. Fusion e napoletanità per un’attesa prima serata dal sapore campano.

Il 18, invece, spazio al ricordo con il sentito omaggio a Mango della formazione composta dai docenti della Scuola di Jazz del Conservatorio e il Martucci Pop Ensemble. Sarà un momento particolare per Rocco Petruzzi, docente e musicista, insieme a Mango dal 1986 fino alla prematura scomparsa dell’artista lucano nel 2014.

“Ho avuto la possibilità di lavorare con uno dei migliori artisti italiani – ricorda Petruzzie questa serata sarà un’occasione stupenda e una grande responsabilità. Nel corso del concerto proveremo a rendere onore a buona parte dei grandi successi di Mango”.

L’ultima serata vedrà Dario Deidda, leggenda del jazz salernitano, esibirsi in trio con due “mostri” del jazz internazionale: Kurt Rosenwinkel alla chitarra e Greg Hutchinson alla batteria.

LiveZon
zerottonove