Salerno, si nasconde un narcotrafficante colombiano



Salerno

Nella provincia di Salerno latita un narcotrafficante colombiano, precisamente nel Golfo di Policastro-Bussento. Il caso segnalato da Le Iene

Salerno. Le Ienedurante la puntata di ieri sera, hanno  segnalato il caso di un narcotrafficante che latita nel Golfo di Policastro-Bussento. 

Luigi Pelazza ha contattato prima telefonicamente e poi incontrato Domenico Antonio Mancusi Hoyos, considerato uno dei terroristi più pericolosi, la cui organizzazione si regge sul narcotraffico.

La storia

Domenico Antonio Mancusi Hoyos è un italo colombiano che fa parte di un’organizzazione paramilitare dhiamata Auc (Autodifese Unite della Colombia), la quale ha firmato diversi atti terroritici come bombe nei centri commerciali o esecuzioni su politici e magisrtati.

Molti di loro hanno scelto di collaborare con la giustizia ed altri sono invece in galera. Uno dei detenuti ha fatto il suo nome, così sono immediatamente scattate le ricerce.

La latitanza in Italia

Mancusi per sfuggire al carcere è arrivato in Italia dove, nel 2014, le autorità italiane lo hanno arrestato, senza però poterlo estradare.

Ora continua a latitare e, ai microfoni di Pelazza, ha negato di aver commesso quei delitti per i quali la Colombia lo rivendica.

 

 

 

Leggi anche



Articolo precedenteLa Jomi Salerno sempre in testa in A1
Prossimo articoloBoccia e Prete premiano l’eccellenza Banca Monte Pruno
Avatar
Classe 1987, ho frequentato l’Università degli Studi di Salerno, conseguendo la Laurea di Primo Livello in Sociologia. Ho ottenuto una certificazione di frequenza per il corso di addetto/responsabile Ufficio Stampa e ho partecipato a diversi concorsi letterari, tra cui quello dell'estate 2015 del Circolo degli Artisti Salernitani, che mi è valso un Primo Premio. Lo scorso anno ho pubblicato il mio primo romanzo edito da Writers Editor, intitolato "Amore di papà". Sono un'attivista femminista e sostenitrice dei diritti LGBTIQ e gestisco una pagina Facebook sui diritti delle donne, "Doppia Vu Women Rights". Inoltre, ho il ruolo di segretaria provinciale presso la sezione NIDIL CGIL di Salerno.