Home Eventi Salerno Letteratura, il nuovo video promo martedì 7 maggio

Salerno Letteratura, il nuovo video promo martedì 7 maggio

Covid-19

Italia
13,368
Totale Casi Attivi
Updated on 10 August 2020 23:33
37,889FansMi piace
702FollowerSegui
1,500FollowerSegui
250FollowerSegui
980IscrittiIscriviti

Tag

Salerno Letteratura ritornerà dal 15 al 23 giugno: in occasione dell’evento, sarà diffuso un video promo il prossimo 7 maggio

Dal 15 al 23 giugno ritorna Salerno Letteratura, il più grande festival letterario dell’Italia del Sud, ideato dal direttore organizzativo Ines Mainieri e curato dal direttore artistico Francesco Durante. L’immagine grafica scelta per comunicare il festival 2019 è un barattolo di vetro al cui interno è visibile un’onda marina. “Un sogno, un amuleto, l’ambizione di imprigionare il lato interiore dell’uomo per affermare se stessi – spiega l’ideatore Giuseppe Durante, anima di Opera – Design & Comunicazione strategica – Mi ha ispirato il film “Il rosso e il blu” con uno straordinario Roberto Herlitzka. Da qualche anno stiamo lavorando sul mare, inteso come identità visiva, simbolo della nostra città. Le scelte erano potenzialmente infinite. Ma non volevamo correre il rischio di scivolare nella banalità. Abbiamo pensato al barattolo perchè è un contenitore trasparente, che preserva un qualcosa di prezioso, come la letteratura”.

- Advertisement -

Il “boccaccio” è il protagonista di un video, per la regia di Francesca Matera, che sarà pubblicato on line sui canali social del festival martedì 7 maggio alle 14.Grazie a un efficiente lavoro di squadra, abbiamo realizzato un lavoro molto particolare teso a raccontare Salerno come città metropolitana. Per questo i set prescelti sono quelli dell’architettura contemporanea, dalla Stazione marittima di Zaha Hadid, alla cittadella giudiziaria di David Chipperfield, fino ai murales di via Vinciprova. Anche il casting, decisamente eterogeneo, è stato pensato per costruire in maniera efficace una narrazione nella quale la letteratura, il contemporaneo, l’arte e la danza potessero trovare un dialogo fertile”.

Fotografia e montaggio sono a cura di Raffaele Sprovieri, la voce narrante è di Chiara De Silva.

LiveZon
zerottonove