Autismo, in Campania la legge c’è. “Rete di assistenza regionale ed equipe multidisciplinare per la diagnosi e la cura dei minori affetti”, così il Presidente De Luca

 

Autismo. La Regione Campania (finalmente) ha una legge.

Si è tenuto nel pomeriggio di ieri, presso il Salone dei Marmi di Palazzo di Città, l’incontro sul tema “La nuova legge regionale sull’autismo: prospettive generali e famiglie”.

Attraverso questa legge, pubblicata sul Bollettino Ufficiale della Regione Campania lo scorso 2 ottobre, la Regione Campania intende promuovere il miglioramento delle condizioni di vita delle persone affette dai disturbi del neurosviluppo, da patologie neuropsichiatriche in età evolutiva e dai disturbi dello spettro autistico.

autismo

Elemento portante dell’intera disposizione “la coscienza di trovarsi davanti non una, bensì un complesso di patologie” ha dichiarato Antonio Giordano – direttore generale Asl di Salerno.

Da qui la previsione di una rete di assistenza regionale per l’erogazione di servizi, da quelli territoriali a quelli ospedalieri, con l’istituzione di un’equipe multidisciplinare per la presa in carico, la diagnosi e la cura dei minori affetti.

Ad aprire l’incontro il Sindaco Napoli. Il Primo Cittadino ha voluto dedicare un minuto di silenzio alle 26 donne trovate morto durante l’ultimo sbarco di migranti.

autismo

Questa è una legge che parte dal basso, dall’ascolto delle persone interessate” ha dichiarato l’assessore alle Politiche Sociali, Nino Savastano. “È di fondamentale importanza che il soggetto autistico venga riconosciuto e rispettato nella sua neurodiversità, al fine di rimuovere ogni ostacolo alla perfetta inclusione“.

Successivamente il consigliere regionale Campania nonché presidente della Commissione Bilancio, Franco Picarone, ha descritto nel dettaglio la nuova norma [qui].

Come ha riportato Picarone, in Italia ci sono oltre 100.000 casi di autismo, di cui solo il 37% riguarda studenti della scuola primaria.

Occorre investire nella diagnosi tempestiva al fine di prevenire i costi superiori che si avrebbero in caso di diagnosi in età matura” ha aggiunto il consigliere.

autismo

All’evento – moderato dalla giornalista di LiraTv Simona Cataldo – per le associazioni delle famiglie hanno preso la parola: Claudia Nicchiniello, presidente regionale ANGSA; Vincenzo Abate, presidente Campania Aut 2016, coordinamento famiglie e terzo settore; Vittorio Naddeo, presidente associazione Autismo chi si ferma è perduto; Imma Faravolo, presidente associazione Noi, un sorriso e gli autismi.

Ha concluso i lavori il Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca. 

Come dichiarato anche ai nostri microfoni, il Governatore ha dettato gli obiettivi a breve e lungo termine per la sanità e la burocrazia campana, riassumibili in due punti: l‘allestimento di strutture pubbliche con personale altamente qualificato nel rispetto della norma in questione e fluidità nei rapporti economici della pubblica amministrazione.

Per anni la Regione Campania ha detenuto il pessimo primato di contenziosi. Ora basta, dobbiamo recuperare i ritardi accumulati negli ultimi decenni. Ci poniamo l’obiettivo di pagare le spettanze dovute in 20 giorni”.