HomeAttualitàSalerno, il saluto del Presidente Alfieri al convegno "L’IRA(N) DELLE DONNE"

Salerno, il saluto del Presidente Alfieri al convegno “L’IRA(N) DELLE DONNE”

Covid-19
Aggiornamenti

Italia
498,247
Totale Casi Attivi
Updated on 2 December 2022 22:38
37,889FansMi piace
702FollowerSegui
1,500FollowerSegui
250FollowerSegui
980IscrittiIscriviti

Tag
zerottonove.it

Il Presidente della Provincia di Salerno Franco Alfieri ha dato il via all’incontro intitolato “L’IRA(N) DELLE DONNE”

Oggi a palazzo Sant’Agostino il Presidente della Provincia di Salerno Franco Alfieri ha portato il saluto istituzionale, aprendo i lavori dell’incontro “L’IRA(N) DELLE DONNE” organizzato in occasione della giornata internazionale contro la violenza sulle donne da DONATION Italia.

Inoltre hanno partecipato anche la Consigliera provinciale con Delega alle Politiche sociali, sanitarie e pari opportunità Filomena Rosamilia; la Consigliera di Parità Anna Petrone; Il Vicesindaco di Salerno con Delega alle Pari Opportunità Paky Memoli; il Segretario della Cisl Salerno Gerardo Ceres; il Presidente di Donation Italia e della Cisl Giovani Salerno Luigi Bisogno; la Presidente de “Casa Rifugio La Crisalide” Roberta Bolettieri; il Presidente della Rete dei Giovani per Salerno Gianluca De Martino; la Senatrice della Repubblica Italiana Anna Bilotti e Sara Neri referente di Donation Italia – Milano. Ha moderato il Giornalista Stefano Pignataro.

Alla mattinata erano presenti giovani studenti universitari della comunità iraniana, le classi dell’istituto Convitto Nazionale T. Tasso di Salerno e del Liceo Sperimentale Statale Alfano I.

“Quello di stamattina – dichiara il Presidente Franco Alfieri – è stato il mio primo intervento pubblico da quando sono Presidente dell’Ente e sono contento di iniziare proprio da qui, dalla giornata internazionale contro la violenza sulle donne. Quello che accade in Iran non è lontano da noi come potrebbe sembrare. Le violazioni di diritti umani e civili sono dietro l’angolo, purtroppo. È fondamentale quindi lavorare in maniera capillare insieme alla società civile per cambiare modelli culturali basati ancora sul patriarcato. Combattere la violenza contro le donne è una battaglia prioritaria per tutti noi e un baluardo di civiltà imprescindibile.”