Salerno, compra 255 Gratta e Vinci, ma perde sempre. Lo Stato lo risarcisce



Salerno, 29enne compra 255 Gratta e Vinci senza mai vincere. Lo Stato gli risarcisce l’intero importo speso in un anno per un totale di 3mila euro

Protagonista della vicenda è un 29enne di Salerno. Il giovane, dopo aver acquistato 255 Gratta e Vinci nel corso di 12 mesi senza mai vincere nulla, aveva deciso di fare causa alle Lotterie Nazionali e ai Monopoli di Stato, ottenendo dal giudice del tribunale di Vallo della Lucania, una sentenza immediatamente esecutiva che prevede il risarcimento di 3mila euro, importo pari a quanto speso dallo sfortunato giocatore con l’acquisto dei tagliandi.

“I biglietti acquistati presso ricevitorie autorizzate– spiega il legale- non recavano l’indicazione della probabilità di vincita e l’avvertenza sul rischio di dipendenza dalla pratica dei giochi con vincite in danaro“, ragion per cui i contratti di acquisto con le Lotterie possono considerarsi nulli.

Il giudice di pace ha richiamato il decreto Balduzzi, il cui articolo 7 stabilisce che sui tagliandi di gioco debbano essere presenti chiare indicazioni che tutelino la salute del giocatore. Nel caso in cui i dati non possano essere riportati per intero sui biglietti, su questi deve comparire l’indicazione della possibilità di consultare “le note informative sulle probabilità di vincita pubblicate sui siti istituzionali dell’Amministrazione autonoma dei Monopoli di Stato”.

Leggi anche