Salerno, colloqui in carcere con ovuli di hashish: scoperti dai cani antidroga



fuorni, salerno carcere

Hanno cercato di introdurre hashish in carcere approfittando dei colloqui con i familiari detenuti. L’episodio è successo a Salerno

I familiari di alcuni detenuti del carcere di Salerno sono stati bloccati dai cani poliziotto antidroga Axel, Zolly, Buck e Igor durante le visite-colloqui. Questi avevano infatti tentato di introdurre sostanze stupefacenti, per la precisione hashish, occultate in diversi ovuli. La droga è stata sequestrata dalla Polizia Penitenziaria.

Il segretario regionale dell’Uspp, Ciro Auricchio, rende noto che non si tratta del primo episodio di questo tipo, ma che anzi negli ultimi mesi sono stati frequenti i tentativi di introduzione di droga e cellulari all’interno delle carceri italiane. Solo in Campania decine di persone sono finite agli arresti nell’ultimo periodo.

Leggi anche