Salernitana – Vicenza, pari con poche emozioni all’Arechi

Salernitana – Vicenza, pareggio a reti bianche all’Arechi nello spareggio salvezza. Granata apparsi in netta involuzione rispetto alla gara di sabato scorso

Una brutta e involuta Salernitana non riesce andare oltre lo zero a zero casalingo contro il Vicenza. Granata apparsi abulici e altamente imprecisi in fase di impostazione per larga parte del match, e ora la classifica torna a farsi preoccupante per il Menichini team.

salernitana

Si cambia ancora modulo in casa granata dopo il pareggio di sabato scorso ottenuto con le unghie e con i denti in quel di Vercelli. Menichini si riaffida al 3 -5 -2  per la sfida interna con il Vicenza, rinunciando, almeno dall’inizio, ad Alfredo Donnarumma. I granata si schierano infatti con Terracciano tra i pali,  Tuia, Bernardini e Empereur nel terzetto di difesa, con Ceccarelli e Colombo sulle fasce; Oikonomidis, Ronaldo e Zito giocano nel cerchio di centrocampo, Coda e il rilanciato Sergiu Bus in attacco.

Di contro il Vicenza di Lerda si schiera con il  4- 2- 3- 1 formato da Benussi in porta, Sampirisi, Adejo, Brighenti  e D’Elia in difesa; Signori e Moretti nel cerchio di centrocampo, Vita, Galano, Giacomelli e Ebagua in attacco.

Primo tempo non emozionante all’Arechi, anche se la Salernitana inizia bene il match, andando già vicina al goal al 9′ e al 15′ con Sergiu Bus, che però spreca tutto al momento della conclusione. Un minuto dopo risponde il Vicenza: è Sbrissa a provarci da fuori a giro, la palla termina di un soffio sul fondo. Al 23′ ci prova Oikonomidis, ma Benussi risponde da campione e devia la conclusione dell’australiano in angolo. Due minuti dopo risponde il Vicenza: Galano va al tiro ma Terracciano è bravo ad opporsi alla rasoiata dell’ex Bari e negare il vantaggio agli ospiti. Il primo tempo non viene giocato su alti ritmi da entrambe le squadre, e si chiude con altri 2 tentativi di un volenteroso Oikonomidis, ma Benassi è sempre attento e risponde sempre presente.

Il secondo tempo si apre con la Salernitana in avanti e ad un passo dal goal: cross di Oikonomidis e Brighenti di testa devia verso la propria porta, ma il pallone finisce sul fondo. La Salernitana tenta di aumentare il forcing offensivo con il passare dei minuti, ma l’imprecisione degli interpreti granata vanifica spesso le idee offensive del Menichini team. Al 16′ il tecnico di Ponsacco cambia e passa al 4-4-2, fuori Bagadur e dentro Gatto, Tuia passa a fare il terzino destro. Tre minuti dopo prova a farsi vedere in avanti il Vicenza con un tiro al volo Galano, palla fuori. Al 25′ tentativo di Ikonomidis ma il tiro è scialbo e finisce alto sulla traversa difesa da Benussi. Al 26′ avvicendamento in attacco per il Vicenza: fuori Ebagua e dentro Raicevic. La Salernitana non riesce a proporsi con continuità in avanti e il Vicenza ne approfitta alzando il suo baricentro, andando al tiro con Galano al 29′, costringendo Terracciano a rifugiarsi in angolo. Al 32′ è il momento di Massimo Coda, che rileva Zito. Al 33′ l’occasione più grande del match per i granata: punizione di Ikonomidis, testa di Gatto, lasciato solo in area, e palla incredibilmente fuori. Al 41′ i granata provano ancora a farsi vedere in avanti, ma Ronaldo spreca tutto in area tentando un’improbabile veronica invece di andare al tiro. Al 49′, dopo 4 minuti di recupero, il match si conclude senza altri sussulti, con uno zero a zero che rappresenta un netto passo indietro per i granata, sia per il morale che per la classifica.

SALERNITANA-VICENZA 0-0

Salernitana (5-3-2): Terracciano; Ceccarelli (71′ Bernardini), Tuia, Bagadur (62′ Gatto), Empereur, Franco; Oikonomidis, Ronaldo, Zito (77′ Coda); Donnarumma, Bus. A disp.: Strakosha, Rossi, Colombo, Pestrin, Nalini, Tounkara. All.: Menichini.
Vicenza (4-2-3-1): Benussi; Sampirisi, Adejo, Brighenti, D’Elia; Moretti (80′ Urso), Signori; Vita, Galano, Sbrissa (54′ Giacomelli); Ebagua (72′ Raicevic). A disp.: Pelizzoli, Bianchi, Ligi, El Hasni, Paganin, Cecconello. All.: Lerda.
Arbitro: Manganiello di Pinerolo.
Note – Ammoniti: Oikonomidis, Zito, Ceccarelli