Salernitana, la rivincita di Ventura: tra il Benevento dei record e le outsider



salernitana

La Salernitana sta stupendo tutti: i granata, che nei pronostici non venivano dati di certo per favoriti, sono attualmente quinti in Serie B ma sono ancora pronti a stupire per centrare i playoff e acciuffare una promozione in Serie A che manca ormai dalla stagione 1998-1999

Sta stupendo, e non poco, il cammino fatto finora dalla Salernitana in Serie B, di gran lunga il migliore dell’ultima decade e, nello specifico, il migliore dal cambio di proprietà.

Sono trentanove, finora, i punti raccolti dai granata, in corsa in tutto e per tutto per la promozione in Serie A. Undici vittorie, sei pareggi e otto sconfitte proiettano la Salernitana a -4 punti dal Frosinone che insegue l’ormai irraggiungibile Benevento.

Un risultato insperato alla vigilia del campionato cadetto, quando una piazza ormai scettica si aspettava un andamento più lento. Puntuale, sul campo, è arrivata la smentita dell’unico insindacabile giudice del calcio: il campo. Una piccola rivincita per la squadra e per la società, ma anche per il suo allenatore.

Dopo il naufragio per il Mondiale Russo, con la clamorosa esclusione dell’Italia dalla kermesse del 2018, Gian Piero Ventura si sta prendendo la sua rivincita. La controversia con il Chievo dello scorso anno sembrava aver fatto calare il sipario sulla carriera del tecnico che, invece, a Salerno si è saputo rilanciare ed ha saputo rilanciare le velleità di un gruppo spento e sopito: il tutto coniugando al meglio il mix di esperienza e gioventù necessario in ogni realtà.

Bravo, a stimolare un attaccante come Milan Djuric, già a quota nove reti e pronto a raggiungere la mai raggiunta doppia cifra. Che chance ha la Salernitana? La vittoria del campionato di Serie B è data a 10, non male di certo. O comunque un incentivo per crederci.

Chi invece ha ormai un piede e mezzo in Serie A è il Benevento dei record di Simone Inzaghi: 18 vittorie ed una sola sconfitta, ininfluente, per una classifica che oggi parla chiarissimo, con sessanta punti. Promozione al sicuro e anche il record dell’Ascoli 1977-1978, con 18 vittorie e 60 punti. Irripetibile, una marcia del genere, per Inzaghi che ha deciso di regalare una promozione col segno ai tifosi della Strega.

E invece la concorrenza ad inseguire? Si sta accendendo il campionato, ormai entrato nelle sue fasi decisive: insegue il Frosinone, secondo dopo la caduta del Pordenone e del Crotone. La promozione dei ciociari è quotata a 3, mentre quella dello Spezia, terzo a 41 punti, a 5.

Inseguono tutte le altre, per giunta nell’arco di una manciata di punti. Così è per il Crotone, a 40, quarto e quotato anch’esso a cinque; il Cittadella, a parimerito con la Salernitana, quotata a 12, così come il Chievo. Inseguono tutte le altre, con un occhio particolare alle possibili outsider: la Virtus Entella, quotato a quindici, l’Empoli a 7,50, il Pescara a 26.

La sensazione è che sarà una corsa avvincente, da godersela fino alla fine.

Leggi anche