Salernitana sconfitta 1-0 a Venezia, decide Domizzi

salernitana

Salernitana battuta 1-0 a Venezia al termine di una partita poco spettacolare. Al “Penzo” decide un gol di Domizzi nel primo tempo

Seconda sconfitta in campionato per la Salernitana battuta 1-0 a Venezia dalla formazione allenata da Walter Zenga. A decidere la gara un gol di Domizzi alla mezz’ora del primo tempo. I granata restano così fermi a quota 17 punti in classifica e interrompono una serie positiva di risultati che durava da 6 giornate.

Colantuono per la trasferta in laguna conferma il 3-5-2 ma presenta diverse novità di formazione. In difesa rientra Schiavi ed è affiancato da Mantovani e Casasola, quest’ulti o preferito a Gigliotti. A centrocampo la novità è Palumbo, confermati Di Tacchio e Di Gennaro. In avanti torna Djuric al fianco di Bocalon.

La partita

Dopo i primi minuti di studio, la prima occasione è per i veneti con Anderson bravo a chiudere su Falzerano. Salernitana pericolosa all’11: gran tiro di Bocalon respinto con i pugni da Vicario. Due minuti dopo gran sinistro dal limite dell’area di Di Gennaro e pallone che colpisce la traversa. La partita si accende e nel primo tempo sono soprattutto i padroni di casa a fare la partita. Al 31′ si sblocca il risultato: Punizione battuta da Di Mariano e sulla non perfetta respinta di Micai il pallone giunge a Domizzi che firma il gol dell’1-0. Gli uomini di Colantuono accusano il colpo e nel finale di primo tempo il Venezia sfiora il raddoppio con Falzerano che al termina di una bella azione personale manda il pallone a pochi centimetri dal palo destro difeso da Micai.

All’inizio del secondo tempo Colantuono manda in campo Odjer al posto di Di Gennaro. I granata però continuano a faticare in mezzo al campo e non riesco ad arrivare in zona gol. Al 60′ a provarci è Djuric un colpo di testa che però è facilmente bloccato da Vicario. Al 61’ il tecnico granata manda in campo il giovane brasiliano Andrè Anderson, all’esordio con la maglia della Salernitana, al posto di Palumbo. E proprio il nuovo entrato, al 62’, a rendersi pericoloso con un velenoso destro ben bloccato dall’estremo difensore veneto. Pochi minuti dopo tiro-cross di di Djuruc ma Vicario è ancora attento. Al 74′ Colantuono si gioca la carta Jallow, mandato in campo al posto di Djavan Anderson. La Salernitana ci prova nel finale ma le azioni dei granata appaiono confusionarie. La partita si innervosisce anche e sul taccuino dell’arbitro finiscono Bocalon e Casasola. Concessi 5′ minuti di recupero ma il risultato non cambia più con la Salernitana e i suoi 700 tifosi che tornano dalla laguna a mani vuote.

Tabellino

Venezia (4-2-3-1): Vicario; Zampano, Modolo, Domizzi, Bruscagin; Suciu, Bentivoglio; Falzerano, Citro (72’Segre), Di Mariano (88’St Clair); Litteri (59’Vrioni). In panchina: Facchin, Lezzerini, Andelkovic, Coppolaro, Zennaro, Marsura, Schiavone, Migliorelli, Cernuto. Allenatore: Zenga

Salernitana (3-5-2): Micai; Mantovani, Schiavi, Casasola; D. Anderson (75’Jallow), Di Gennaro (45’Odjer), Di Tacchio, Palumbo (61’A. Anderson), Vitale;  Djuric, Bocalon. In panchina: vannucchi, Gigliotti, Pucino, Mazzarani, Bellomo, Castiglia, Orlando, Vuletich, Lazzari. Allenatore: Colantuono

Arbitro: Sig. Minelli della sez. di Varese

Marcatori:  31’Domizzi