Riqualificare Capaccio-Paestum. Ecco l’Agenda 2017-2022



Riqualificare Capaccio-Paestum. Nuova pavimentazione stradale, piazzali, attrezzature pubbliche, giardini, ampliamento parcheggi nel Centro Storico del Capoluogo

Riqualificare Capaccio-Paestum attraverso un progetto di recupero e valorizzazione dell’area territoriale diventa realtà.  Il Sindaco Italo Voza presenta questa opportunità.

Con graduatoria pubblicata con Decreto Dirigenziale n. 2 sul BURC del 18 gennaio 2017 relativa al Bando per la Progettazione, la Regione Campania ha ammesso al finanziamento delle attività di progettazione il “Recupero e valorizzazione del Centro Storico del Capoluogo”. Costo dell’intervento euro 11.321.005,23 – Costo della progettazione euro 403.101,30.

Il progetto interessa il recupero della parte pubblica: strade, slarghi, piazze, giardini, parcheggi attrezzature per il tempo libero, sport e cultura e tutte le reti dei sottoservizi, ovvero pubblica illuminazione, rete dati e telefonica, rete elettrica, fognatura nera e bianca, metano, rete idro-potabile.

“Lo scopo del progetto – dichiara il Sindaco Italo Vozaè quello di recuperare e valorizzare il Centro Storico del Capoluogo. Richiede una regia pubblica determinata per la sua realizzazione che dovrà coinvolgere attivamente la popolazione del Capoluogo. La partecipazione dei residenti e dei soggetti interessati (proprietari di immobili anche se non residenti, titolari di attività produttive, ecc.) è determinante per l’effettiva realizzazione della valorizzazione. Infatti, è auspicabile che al recupero delle strutture pubbliche (strade, attrezzature, servizi, ecc.) corrisponda il recupero della moltitudine di immobili privati che sono in condizioni fatiscenti, insieme all’insediamento di attività produttive che rendano viva e fruibile questa parte di città. Questo insieme di interventi è uno degli obiettivi che ci poniamo per il secondo mandato amministrativo 2017 -2022. Il progetto c’è, è stato approvato e inserito dalla Regione Campania tra le progettazioni da finanziare entro la seconda annualità, ovvero il 2018

Gli interventi alla planimetria saranno diversi e riguarderanno anche un nuovo assetto per i Giardini e Piazza Tempone.  

 

Leggi anche