Protocollo d’Intesa tra S.Severino e Osservatorio



mercato san severino

Protocollo d’Intesa tra il Comune di Mercato S. Severino e l’Osservatorio Appennino Merdionale dell’Università di Salerno e per la pianificazione e gestione del territorio.

[ads1]“Grazie ad un protocollo di intesa stipulato con l’Osservatorio dell’Appennino Meridionale, che fa capo all’Università degli Studi di Salerno, potremo contare su una gestione del territorio mirata, con particolare attenzione all’economia e all’assetto idrogeologico”. Lo dice il sindaco Giovanni Romano.

“L’Osservatorio dell’Appennino Meridionaleprecisa il primo cittadino – è un organismo che studia ed individua strumenti e modalità per un’operatività concreta basata sul legame esistente tra l’Università degli Studi di Salerno e le istituzioni che, sul territorio, hanno specifiche competenze.

Protocollo d'Intesa tra S.Severino e Osservatorio
Protocollo d’Intesa tra S.Severino e Osservatorio

Nell’Osservatorio convergono Regione, Comunità Montana Valle dell’Irno, Università degli Studi di Salerno con l’obiettivo comune di promuovere interventi per l’ambiente e il territorio della Campania, in particolare della Valle dell’Irno”.

Il nostro Comune – aggiunge il primo cittadino – ha interesse che sul suo territorio vengano attivati progetti di sviluppo locale tendenti ad implementare un modello di turismo sostenibile, considerata la presenza dell’area archeologica del Parco Naturalistico Archeologico Regionale del Castello dei Sanseverino, meta di numerose visite d’istruzione e centro d’interesse di studiosi e dell’Università degli Studi di Salerno, una realtà che trova espressione nel museo correlato al Parco Archeologico, allocato presso il Palazzo Vanvitelliano, e aperto alla fruizione delle scuole e degli studiosi. Una serie di attività, attivate già da alcuni anni, individuate dal L.E.A. (Laboratorio di Educazione Ambientale), diretto da Giuseppe Rescigno, per la valorizzazione del castello e per l’inserimento dello stesso nei circuiti di turismo scolastico regionale”.

“ Siamo convinti – conclude Romanoche, grazie al Protocollo d’Intesa stipulato con l’Osservatorio dell’Appennino Meridionale, il nostro Comune potrà contare su valide iniziative finalizzate alla conservazione e allo sviluppo economico e culturale del territorio, derivanti dalla fusione di esperienze, professionalità e competenze dei soggetti aggregati, impegnati a  sviluppare progetti integrati per la valorizzazione del territorio.

Leggi anche