Prefettura, Benevento: inizia l’era Galeone



Prefettura. È iniziato l’insediamento del neo prefetto di Benevento, Paola Galeone, che oggi ha incontrato il Sindaco e il Commissario provinciale. Galeone eredita il posto di Ennio Blasco

prefetturaBENEVENTO – Mancano poche ore all’investitura ufficiale del nuovo Prefetto di Benevento. Giunta in città ieri pomeriggio, intorno alle 18.30, Paola Galeone, che è subentrata ad Ennio Blasco, stamani ha portato il suo saluto al Sindaco, Fausto Pepe, e al Commissario Straordinario della Provincia, Aniello Cimitile, il quale ha assicurato la massima cooperazione dell’Istituzione che rappresenta.

L’insediamento della Galeone, previsto per  le 17.00 di oggi, arriva a distanza di qualche giorno dalle decisione da parte dell’ottava sezione del Tribunale del Riesame di Napoli di revocare gli arresti domiciliari al Prefetto Blasco che, il 5 maggio, prima del pronunciamento dei giudici, ha rassegnato le sue dimissioni e fatto richiesta di pensionamento. Per l’ex rappresentante del Governo a Benevento, indagato per corruzione, è stato fissato il divieto di dimora nel territorio della Campania.

Blasco – ricordiamo – fu arrestato il 15 aprile scorso nell’ambito di una inchiesta su presunti episodi di corruzione relativi a certificazioni antimafia nel periodo compreso fra il 2009 e il 2011 quando era Prefetto di Avellino. L’ex funzionario dello Stato avrebbe favorito le imprese di vigilanza privata dei fratelli Buglione, accettando in cambio gioielli, viaggi, un’auto con autista per i suoi spostamenti e il pagamento di spese di lavanderia.

Un compito piuttosto arduo quello che attende il Prefetto Galeone, inserito nell’ambito di uno scenario istituzionale che, inquinato da vicende corruttive, alimenta riflessioni, analisi, interrogativi.

Designata nuovo prefetto di Benevento dal Consiglio dei Ministri il 30 aprile scorso, Paola Galeone ha 52 anni ed è originaria di Taranto.  Laureata in Giurisprudenza e Scienze Politiche, ha ottenuto l’abilitazione all’esercizio della professione forense e l’iscrizione all’albo dei giornalisti della Puglia.

Indicata, con Decreto del presidente della Repubblica nel 2012, presidente della Commissione straordinaria nominata per il Comune casertano di Casapesenna, sciolto per infiltrazioni mafiose, la Galeone è entrata nella carriera prefettizia nel dicembre del 1987, ed assegnata alla Prefettura di Taranto dove ha ricoperto vari incarichi tra cui quello di capogabinetto.

Nel marzo del 2008 è stata trasferita a Cosenza e nominata viceprefetto. Nella città calabrese ha ricoperto l’incarico di dirigente dell’area ordine e sicurezza pubblica. Poi, dopo una permanenza come vicario nella prefettura di Campobasso, lo scorso dicembre è stata nominata prefetto e inviata come vice commissario del Governo per il Friuli Venezia Giulia.

AGGIORNAMENTI

Si è conclusa la lunga giornata del neo Prefetto, Paola Galeone, che ha esordito così: “Assumo oggi le funzioni di Prefetto della provincia di Benevento, onorata di svolgere il mio incarico in questa terra ricca di tradizioni, di storia e di arte, al servizio di una comunità che esprime un forte senso di appartenenza e di attaccamento alle proprie radici.” 

Dopo aver rivolto i suoi saluti alla cittadinanza e alle Istituzioni sannite, il Prefetto ha continuato: “Mi propongo di attendere alle mie funzioni nel contesto di un rapporto di intensa e leale cooperazione istituzionale e di un dialogo aperto e costruttivo a disposizione di quanti, in questo territorio, si dedicano con sacrificio alla stabilità e al progresso economico dell’intera comunità provinciale.”

“Con questo saluto desidero assicurare il mio impegno, nella continuità di una solida tradizione professionale sempre capace di rinnovarsi ed adeguarsi alle mutevoli esigenze, per l’affermazione della legalità, presupposto imprescindibile della sicurezza”, ha concluso la Galeone, che si è definita un Prefettoprotagonista sul territorio e vicino agli Enti locali e ai bisogni della collettività.”

visita-galeone1

 visita-galeone5

visita-galeone3

unnamed

Leggi anche