Pontecagnano Faiano: il “no” della minoranza in Consiglio Comunale

Pontecagnano

Pontecagnano in Consiglio Comunale: la minoranza vota a sfavore della deroga circa le nuove misure del Piano Casa Regionale

L’Amministrazione del Comune di Pontecagnano Faiano ha convocato un Consiglio Comunale che si conclude senza gli esiti sperati.

Innanzitutto il consigliere di minoranza, Isabella Mangino, ha annunciato il suo distacco e la sua totale indipendenza nei confronti di Forza Italia.

I punti all’ordine del giorno riguardavano l’approvazione dei verbali precedenti (del 13/12/2018)” e le nuove misure per l’attuazione del Piano Casa Regionale (sostituzione edilizia di immobili dismessi).
La minoranza si è opposta alla superficialità con la quale il sindaco si pone nei confronti della questione generale. L’ampliamento e la spiegazione della deroga in sede di dibattito sembrano non aver risposto ai dubbi del Consigliere Pastore e del Consigliere MazzaLe linee programmatiche del Sindaco Lanzara non sono note e chiare alla minoranza, che continua a chiedere una prospettiva concreta e meno tecnica delle nuove misure da attuare in ambito urbanistico.

Il Sindaco Lanzara propone uno schema di convenzione tipo che consentirà la creazione di residenze ERS (Edilizia Residenziale Sociale), consistenti in appartamenti con affitti a canone concordato per i cittadini residenti da almeno 12 mesi nel Comune di Pontecagnano Faiano.
Per quanto riguarda gli immobili dismessi non è ancora nota la visione dettagliata che il Sindaco ha del loro riutilizzo. Ciò genera perplessità da parte della minoranza che tra astenuti e contrari, non si unisce alla votazione positiva della maggioranza.