Pontecagnano: la minoranza diserta il consiglio comunale



Pontecagnano, minoranza consiglio comunale

L’opposizione dell’Amministrazione di Pontecagnano Faiano diserta il consiglio comunale. Lanzara replica: “Gli assenti hanno sempre torto”

Oggi presso il Comune di Pontecagnano Faiano si è tenuto un Consiglio Comunale che ha visto l’assenza da parte della minoranza. 

Negli ultimi giorni infatti l’Amministrazione aveva convocato un Consiglio Comunale in data lunedì 20 Maggio. Tale consiglio fu criticato da alcuni consiglieri di minoranza poiché non avvenuto nella regolare procedura di convocazione. Annullato a poche ore dal suo svolgimento, ha causato ulteriormente dibattiti e critiche.

Oggi, alle ore 19:00, il Consiglio Comunale, riconvocato in adunanza straordinaria ed urgente 24 ore prima dal suo svolgimento, ha visto protagonista l’assenza della minoranza. L’urgenza e la straordinarietà di tale consiglio è dovuta al trattamento di due punti all’ordine del giorno (diversi da quelli convocati al consiglio precedentemente annullato) tra di loro connessi che riguardano la possibilità di accedere ad un finanziamento di 3,5 Milioni di euro per l’adeguamento antisismico e l’ampliamento dei plessi scolastici.

I consiglieri di minoranza hanno perciò deciso di “protestare”, assentandosi, ma non hanno però risparmiato di esprimersi sull’accaduto.

Il consigliere Angelo Mazza afferma “Dopo l’errore grossolano del Presidente del Consiglio Comunale, che ha determinato il rinvio della seduta in programma lunedì sera, è stata convocata, in pochi minuti, un’adunanza straordinaria e urgente per oggi. A precederla, sempre in data odierna, una conferenza dei capigruppo per discutere, in fretta e furia, di punti all’ordine del giorno tra l’altro non inseriti nel Consiglio del 20 Maggio scorso (poi annullato). Un atteggiamento che denota scarsa volontà di perseguire quei propositi collaborativi decantati in un’ottica di cambiamento e discontinuità.

Il consigliere Francesco Pastore critica al Presidente del Consiglio, Dario Vaccarol’incapacità di programmazione con l’aggiunta delle violazioni delle più elementari regole di convivenza democratica e istituzionale” – e continua dicendo: “Per questi motivi non prenderò parte alla seduta odierna del Consiglio Comunale auspicando una forte presa di posizione di tutte le forze politiche di minoranza.”

Il Consigliere Gianfranco Ferro ha appoggiato pienamente la posizione, assentandosi con i colleghi di minoranza. I consiglieri Isabella Mangino ed Ernesto Sica hanno protocollato poi la nota che denuncia “l’illegittima compromissione delle prerogative consiliari e l’illegittimità del consiglio comunale“.

Il Sindaco di Pontecagnano, Giuseppe Lanzara, replica criticando il comportamento dell’opposizione e sostiene che “Gli assenti hanno sempre torto”.

Leggi anche