Pontecagnano, maltempo in città: arriva l’appello a Governo e Regione



Pontecagnano, Fiume Picentino

L’Amministrazione Lanzara ha richiesto lo stato di calamità naturale in relazione al maltempo verificatosi a Pontecagnano Faiano, nel mese di dicembre

Richiesto lo stato di calamità naturale per gli eventi atmosferici eccezionali che si sono abbattuti il giorno 21 dicembre 2019 anche sulla città di Pontecagnano Faiano.

La Giunta Lanzara, con delibera n. 6 del 23/01/2020, ha infatti avviato la procedura per sottoporre agli organi preposti–Presidenza del Consiglio dei Ministri, Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio del Mare, Regione Campania, Agenzia Regionale di Protezione Civile – la necessità di riconoscere le condizioni di estrema emergenza in cui si è trovato il territorio negli ultimi giorni dello scorso anno.

Le forti piogge che si sono abbattute su quasi tutta la provincia, non hanno risparmiato l’intero comune, con particolare concentrazione a Magazzeno e precisamente nelle vie Mar Adriatico, Flavio Gioia, Lago Lucrino e Lago Laceno, a fronte dello straripamento del Fiume Tusciano e delle forti mareggiate sul litorale picentino.

“La nostra mobilitazione è avvenuta a garanzia di tutte quelle zone messe in ginocchio da ore di temporali, raffiche di vento, allagamenti. Confidiamo che chi di competenza accolga la nostra istanza e ci consenta di intervenire presto a supporto delle importanti aziende agricole che hanno subito ingenti danni“, ha affermato l’Assessore alle Politiche Agricole Carmine Spina.

“Un primo passo verso il recupero di zone pesantemente attraversate da bombe d’acqua e tempeste. Il Comune resta accanto a coloro i quali hanno assistito, registrando delle conseguenze, ad un evento atmosferico davvero importante, sul quale insisteremo, laddove fosse necessario, per ottenere il dovuto risarcimento”, ha chiosato il Sindaco di Pontecagnano Faiano Giuseppe Lanzara.

Leggi anche