Pontecagnano, futura linea ferroviaria a Faiano. Parla Sinistra Italiana



Pontecagnano
Foto da Comune di Pontecagnano Faiano

Treno ad alta velocità a Pontecagnano Faiano: il progetto è nel Piano per il Sud del Governo e nel PUC. La linea passerà per Faiano

Il Gruppo politico Sinistra Italiana ha sollevato una questione riguardante il Comune di Pontecagnano Faiano e nella fattispecie il Piano per il Sud.

È notizia di pochi giorni fa che il Primo Ministro Conte nel presentare il Piano per il Sud annunciasse che “Lavoriamo per portare a quattro ore il tempo di percorrenza dei treni da Roma a Reggio Calabria, le stesse della tratta Roma-Torino, entrambe distanti 700 chilometri” indicando il prolungamento dell’alta velocità ferroviaria come una delle priorità del governo, prevista per il 2021.

Tale progetto redatto dal Ministero dei Trasporti è disponibile da tempo tanto che il tracciato della linea ad alta velocità è riportato nel PUC di Pontecagnano Faiano.

Nel 2016 Sinistra Italiana aveva già sollevato delle perplessità su questo tracciato nell’ambito delle osservazioni al nascente PUC. Infatti, nei documenti del PUC, ed in particolare la tavola “15-Proiezione Strutturale” e la Cartografia On Line del PUC, si osserva che nelle campagne di Faiano, e non solo, è previsto il passaggio della linea ferroviaria ad alta velocità che rappresenta il prolungamento della TAV fino a Reggio Calabria. I progettisti invece di privilegiare zone già attraversate da collegamenti stradali e ferroviari a lunga percorrenza invade aree per lo più agricole o forestali o a ridosso di centri urbani.”

Come si vede dall’immagine,  la linea ferroviaria taglierà via Diaz all’incrocio con via Montefeltro per proseguire tra la zona turistica di via Diaz e l’abitato a monte di via Piave fino ad incrociare via Corigliano e via Pompei per proseguire verso Battipaglia.

Quattro anni fa gli uffici competenti confermarono che tale tracciato doveva essere riportato in quanto esisteva un progetto del Ministero dei Trasporti che lo prevedeva ma che a suo tempo non vi era alcun piano per realizzarlo.

Con le dichiarazioni del Primo Ministro Conte ritornano di attualità le problematiche e le perplessità da noi sollevate. Riteniamo urgente riaprire un dibattito che coinvolga tutti, cittadini, istituzioni,  partiti, associazioni dì categoria, associazioni ambientaliste, comitati sulla opportunità di far passare l’alta velocità da Faiano ed in particolare attraversare un quartiere residenziale e aree agricole di pregio. Considerando la genetica e supina acquiescenza di questa Amministrazione rispetto alla filiera istituzionale, vorremmo evitare che si ripeta di nuovo quanto sta succedendo con l’impianto di compostaggio.”-conclude Sinistra Italiana.

 

Leggi anche