Home Attualità Pontecagnano: politiche sociali, uguaglianza e pari opportunità

Pontecagnano: politiche sociali, uguaglianza e pari opportunità

Covid-19

Italia
13,459
Totale Casi Attivi
Updated on 10 July 2020 11:35
37,889FansMi piace
702FollowerSegui
1,500FollowerSegui
250FollowerSegui
980IscrittiIscriviti

Tag

L’Amministrazione del Comune di Pontecagnano Faiano presenta il Centro territoriale Sele-Picentini S4: politiche sociali, uguaglianza e pari opportunità

L’Amministrazione del Comune di Pontecagnano Faiano oggi ha presentato il Centro Territoriale Sele-Picentini S4.

- Advertisement -

L’incontro si è tenuto presso l’Ex Tabacchificio Centola alle 16:00 e si è discusso di politiche sociali, uguaglianza e pari opportunità. A partecipare a tale incontro e a presentare il progetto erano presenti il Sindaco Giuseppe Lanzara, l’Assessore alle politiche sociali Paola Manzo, la dottoressa Martucciello, coordinatrice dell’ufficio S4 e Maria Pia Mercurio del Centro Studi Super Sud.

Il Centro Territoriale Sele-Picentini S4 è un ufficio che si pone principalmente l’obiettivo di annullare povertà e disuguaglianze. Tutti i partner coinvolti avranno il compito di creare laboratori di impresa, stage in aziende e favorire l’introduzione nel mondo del lavoro.

Il Sindaco Lanzara nel suo intervento ha ringraziato i partner che collaborano in tale Centro e la Regione Campania per il finanziamento che ammonta ad 1 milione e 300mila euro. 

Maria Pia Mercurio del Centro Studi Super Sud, mediatrice dell’incontro, si è così espressa in merito al progetto: “Per quello che è il quadro di grande trasformazione del tessuto economico e sociale, le amministrazioni comunali sono chiamate a migliorarsi nel settore terziario e non solo“.

Presente all’incontro anche l’Assessore Comunale alle politiche sociali, Paola Manzo: “Saranno erogati dei lavori e servizi di sostegno per le famiglie più svantaggiate. Siamo dalla parte dei più deboli“. Ed è proprio ai più deboli che guarda il progetto, che infatti consisterà in attività di supporto economico e di integrazione per le persone che versano in una condizione di disagio.

La dott.ssa Martucciello ha poi presentato il progetto spiegandone le dinamiche: “Verranno attivati degli sportelli di ascolto e di indirizzo che prenderanno in carico queste famiglie e i minori che hanno disagi (vittime di violenze, bullismo o cyberbullismo, disabilità, disturbi alimentari). I professionisti nel mestiere daranno sostegno psicologico e indicazioni comportamentali su come migliorare la propria condizione.

Saranno perciò attivati percorsi formativi per i soggetti ad alto margine di esclusione. Attraverso corsi semestrali o annuali, con un compenso di 500 euro al mese, verrà data la possibilità di sviluppare competenze lavorative negli ambiti del “socio-sanitario”, digitale e linguistico.

I partner coinvolti sono numerosi ed ad ognuno è attribuito un ruolo fondamentale nella realizzazione del progetto:

  • Aniello Landi con APS PER L’INTRAPRESA avrà il ruolo di curare i rapporti tra le varie reti territoriali, creando interlocuzione tra il settore terziario e le amministrazioni della piana del Sele e del Picentino.
  • Lucia Agosti con MCG CONSULTING avrà il compito di creare il giusto rapporto tra domanda e offerta, selezionando i tirocini più adatti ai soggetti protagonisti del progetto.
  • Antonella Giarletta con C.S.M. SERVICE collaborerà come ente di formazione insieme all’Istituto comprensivo di Pontecagnano Sant’Antonio. Si pone perciò l’obiettivo di far acquisire delle competenze tecnico-professionali o rafforzare quelle già in possesso.
  • PROGETTO DUEMILA sarà invece una delle aziende del terzo settore a fornire il proprio know-how e riguarderà i servizi sociali e assistenza al territorio.

LiveZon
zerottonove