Home Attualità Pontecagnano, tabacchificio Ati Alfani: la risoluzione dell'Amministrazione Lanzara

Pontecagnano, tabacchificio Ati Alfani: la risoluzione dell’Amministrazione Lanzara

Covid-19
Aggiornamenti

Italia
203,182
Totale Casi Attivi
Updated on 25 October 2020 2:42
37,889FansMi piace
702FollowerSegui
1,500FollowerSegui
250FollowerSegui
980IscrittiIscriviti

Tag

Pontecagnano, approvata ieri in Giunta l’adozione del Piano Urbanistico Attuativo per la riconversione del complesso produttivo dismesso Tabacchificio Ati Alfani di Via Italia

Pontecagnano. Approvata ieri in Giunta l’adozione del Piano Urbanistico Attuativo per la riconversione del complesso produttivo dismesso Tabacchificio Ati Alfani di Via Italia. Risultato significativo, che prevederà interventi di bonifica dell’amianto esistente e creazione di uno spazio verde, di 17.785,45 mq in un’area strategica della città.

Lo spazio si estenderà fino all’ingresso del Museo Archeologico Nazionale di Pontecagnano Faiano, creando una passeggiata alberata.

“Finalmente stiamo raggiungendo gli obiettivi che ci eravamo prefissati all’inizio di questo mandato. Trasformare una città con nuove idee urbanistiche ponendo al centro del progetto politico/amministrativo la riqualificazione di parti nodali della città, con un’attenzione mirata alla vivibilità ed all’ambiente, è quanto volevamo e dovevamo fare per il nostro territorio. L’area in questione sarà un polmone verde che darà vita ad un concetto di sostenibilità degli interventi previsti” – ha precisato l’Assessore all’Urbanistica Carmine Spina.

Parole similari arrivano dal Sindaco Giuseppe Lanzara:

“L’esistenza di amianto sul nostro territorio è un problema che stiamo affrontando e risolvendo non da oggi. Rimuovere questo materiale e creare spazi diversi, che consentano di arricchire la città con una nuova vegetazione, è doveroso per preservare la salute dei cittadini. Resta questo il tema centrale del nostro lavoro: salvaguardare il benessere di tutti, dando vita a progetti concreti, in sintonia con i criteri della sostenibilità e della green economy”.