Palazzo di città, presentato “Diciamo no all’ictus”



Palazzo di Città- "Diciamo no all'ictus"

Svolta questa mattina presso la Sala Giunta del Palazzo di Città la conferenza di presentazione del convegno “Diciamo no all’ictus” in programma venerdì 19 febbraio al Comune di Salerno

Importante iniziativa svolta questa mattina presso la sala Giunta del Palazzo di città, dove è stata presentato il convegno “Diciamo no all’ictus“- Proposta di Legge regionale di iniziativa popolare e degli Enti Locali, Service Distrettuale del Lions Club Hippcratica Civitas, che si svolgerà al Comune di Salerno venerdì 19 febbraio, alle ore 16.

Durante il convegno saranno affrontate tematiche sanitarie e sociali, prima fra tutte, con il supporto di A.L.I.Ce (associazione per la lotta all’Ictus Cerebrale), la proposta di Legge per l’attivazione di un “Codice Ictus” per riconoscere precocemente l’evento e poi l’incremento e il miglioramento delle strutture sanitarie dotate di Stroke Unit per garantire la presa in carico clinico-assistenziale e ridurre l’impatto dell’ictus cerebrale,che altrimenti può essere devastante.

Palazzo di Città-"Diciamo no all'Ictus"
Palazzo di Città-“Diciamo no all’Ictus”

Presente alla conferenza in rappresentanza dell’amministrazione comunale il Consigliere Nico Mazzeo, che ha definito l’evento in programma venerdì “un momento importante dove verrà trattato un tema molto sensibile e che quindi riguarda tutta la cittadinanza”.

Mazzeo ha aggiunto come l’obiettivo sia quello di “aiutare i medici a lavorare in un ambiente e con attrezzature di spessore diverso, dando così la possibilità al cittadino che vive in uno stato di salute non buono di essere accolto nel miglior modo possibile”.

In conclusione Mazzeo ha ricordato che “Salerno è un punto di eccellenza, una di quelle strutture che nelle prime ore di intervento nell’accogliere le persone affette da Ictus riesce a gestire meglio la situazione e che la regione Campania sta lavorando alacremente  per aggiungere personale in grado di aiutare a svolgere un lavoro idoneo”.

Leggi anche