HomeCulturaNel cast de La Compagnia del Cigno 4 musicisti salernitani

Nel cast de La Compagnia del Cigno 4 musicisti salernitani

Covid-19
Aggiornamenti

Italia
87,710
Totale Casi Attivi
Updated on 21 June 2021 14:30
37,889FansMi piace
702FollowerSegui
1,500FollowerSegui
250FollowerSegui
980IscrittiIscriviti

Tag
zerottonove.it

La Compagnia del Cigno ritorna in tv dopo due anni di attesa. Nel cast di quest’anno figurano anche quattro musicisti salernitani

Dopo due anni dalla prima stagione, ritorna su Rai 1 la serie tv La Compagnia del Cigno, firmata da Ivan Cotroneo e Monica Rapetti. I 7 protagonisti della storia sono cresciuti, maturati, pronti ad affrontare nuove sfide, che potrebbero anche ledere la loro amicizia. Ma la serie porta avanti un messaggio di speranza, forse ancor più necessario in questo periodo “Solo non sarai nessuno“. La serie spazierà anche sul mondo degli adulti che orbita intorno ai ragazzi, a partire dai loro insegnati di ballo (Anna Valle e Alessandro Boni), con una new entry tra questi ultimi, volta ad alterare l’equilibrio tra i vari personaggi.

Il tutto avvolto dalla musica classica, colonna portante della vita dei ragazzi nella seria. La componente musicale permetterà anche la partecipazione di molteplici artisti italiani all’interno della storia: Ornella Vanoni, Malika Ayane, Mika e Francesco Gabbani.

E parlando di musica, nell’orchestra de La Compagnia del Cigno, si scorgono 4 musicisti salernitani: i cornisti Michele Palomba e Fabrizio Cirillo, allievi del Conservatorio di Salerno. Le percussioni sono state assegnate a Francesco D’Ambrosio, laureando al Martucci. Tra gli archi invece la violinista Marta Cappetta, di Agropoli, ma iscritta alla scuola musicale di Ravenna. 

L’intervista di Palomba

Il cornista Michele Palomba ha rilasciato un’intervista al quotidiano “Le Cronache”: “É stato grazie al Maestro Luciano Marchetta, che ho imbroccato il corno francese” ha detto. “Ero stato ammesso a pianoforte al liceo Confalonieri di Campagna e Marchetta mi assegnò il corno come secondo strumento. Notò un certo talento e mi affidò a Filippo Azzaretto, docente del Martucci. Il ricordo più bello che ho di quegli anni è sicuramente il viaggio in Arizona, dove suonai sia il corno che il pianoforte al Museo degli Strumenti Musicali, tra i più grandi al mondo” ha dichiarato.

Palomba ha lanciato inoltre l’ennesimo appello per la riapertura dei teatri, rimasti chiusi a causa della pandemia: “Nel cast de La Compagnia del Cigno sono entrato tramite delle selezioni scolastiche. Abbiamo lavorato a distanza per mesi. Faccio appello di riaprire i teatri, poichè luoghi sicuri e controllati: è necessario riaprire i luoghi di cultura“.