Home Sport Calcio Nel Campionato Primavera vince solo la Juve Stabia

Nel Campionato Primavera vince solo la Juve Stabia

Covid-19

Italia
13,459
Totale Casi Attivi
Updated on 10 July 2020 11:35
37,889FansMi piace
702FollowerSegui
1,500FollowerSegui
250FollowerSegui
980IscrittiIscriviti

Tag

Al via il Campionato Primavera 2013-2014. Il Napoli di Mister Saurini all’esordio a Roma contro i Campioni d’Italia della Lazio, soccombe per cinque a uno. Le altre due campane si scontrano nel derby, di cui ci occuperemo con i pareri dei due allenatori.

- Advertisement -

Stadio Romeo Menti in Castellammare di Stabia (Na), sabato 24 Agosto 2013 ore 16:00.

Campionato Primavera girone C: Juve Stabia – Avellino 3 : 0

Juve Stabia: Mennella, La Mura, Mattiello, Sacco, Arpino, Mileto, Cardore, La Gatta, Del Gaudio (60° Elefante), Marciano (80°Gisonni), Calamaio (87° D’Ancora).

In panchina con Mister Turi: Capuano, Mauro, Guarino, Salonis, Del Bono, Esposito, Farriciello, Baleotto.

 

Avellino: Dimasi, Cozzolino, Criscito, Ciuffi, Nicoletta, De Feo, Musto, Ferrazzoli (60° Angeletti), Rizzo, Evangelista, Serrone (87° Tuccia).

In panchina con Mister Aloisi: Rizzo, Campana, Albino, Corrado, Lampazzi.

 

Terna Arbitrale: Sig. Vincenzo Ripa di Nocera ; Ass.: Monetta di Salerno e Petrone di Potenza.

Vincenzo Ripa

Ammoniti: La Gatta (JS) ; Criscito (A), De Feo (A).

Marcatori:  81° Gisonni, 83° Marciano, 89° Elefante.

Un derby molto corretto a Castellammare di Stabia, dove le Vespe battono l’Avellino per tre a zero, facendo affiorare già nella prima gara la continuità dell’ottimo lavoro svolto dal Direttore A. Turi sotto due profili:

Alberico Turi

il primo caratteriale, perché si è vista una squadra con una mentalità decisa, con una grande concentrazione anche nel finale e capace di gestire bene la palla senza buttarla via a caso; il secondo di organico, difatti quelli subentrati hanno dimostrato di poter competere alla pari con tutto il resto della rosa. L’Avellino ancora in allestimento e forse un po’ rinunciatario, ha retto fino all’ottantunesimo, quando l’esperto Dimasi, forse complice anche il sole, ha consentito all’opportunista Gisonni di mettere in rete una palla sfuggita al controllo del portiere Irpino.

Esultanza Juve Stabia

Gli altri due goal di Marciano e di Elefante di ottima fattura hanno confermato la crescita progressiva e l’acquisizione della giusta mentalità come confermato dal tecnico Mario Turi.

Mario Turi

Mario Turi : “Risultato rotondo. Era proprio quello che mi aspettavo, anche se nel primo tempo abbiamo avuto qualche difficoltà quando l’Avellino aveva la forza di correre e di pressare su tutte le palle e un po’ di difficoltà nostra nel palleggio dovuta anche al fatto che in fase di preparazione abbiamo fatto poche gare e non ci sono tornei adeguati perla categoria. Per cui allenarsi va’ bene ma una gara è tutto un altro discorso. La nota positiva è che nel secondo tempo siamo riusciti a stare tranquilli, a non perdere la bussola. Abbiamo iniziato a palleggiare bene, forse anche in concomitanza con il calo dell’Avellino che ha già fatto gare ufficiali…”

P.D.: “E forse anche grazie alle sue mosse: due sostituzioni, due goals!”

Mario Turi : “Non si tratta di mossa azzeccata… si tratta che quando c’è un adeguato organico anche chi subentra ti garantisce un certo rendimento”.

P.D.: “Prossimo impegno più difficile con il Napoli in Coppa?”

Mario Turi : “Sicuramente. Lungo ritiro precampionato del Napoli e squadra avvezza a queste competizioni. Noi cercheremo di dare sempre il massimo operando anche un po’ di rotazione per far crescere il gruppo in modo uniforme”.

Antonio Aloisi

Per l’Avellino abbiamo ascoltato il tecnico Antonio Aloisi di Ascoli Piceno dove ha giocato nella massima serie.

P.D.: “Mister benvenuto nel Campionato Primavera! Buona gara fino ad una disattenzione?”

Antonio Aloisi: “Sì, abbiamo fatto una gara attenta fino a quando, come diceva Lei, c’è stata questa valutazione sbagliata del nostro portiere che ha concesso il vantaggio alla Juve Stabia. Da quel momento in poi, ci siamo un po’ allungati e scollati. Abbiamo iniziato a fare un po’ di confusione e loro, che hanno dei ragazzi di qualità, hanno sfruttato al meglio le nostre indecisioni e hanno fatto il secondo ed il terzo goal e devo dire che sono stati anche molto belli. Merito ai nostri avversari, anche se sono abbastanza soddisfatto soprattutto nel primo tempo e poi anche fino al loro primo vantaggio”.

P.D.: “Ai miei occhi, è sembrato un Avellino un po’ rinunciatario, anche se ben messo in campo!”

Antonio Aloisi: “Sì, effettivamente noi abbiamo iniziato tardi. Siamo ancora in fase di costruzione come un cantiere aperto per cercare di perfezionare la rosa, visto che accusiamo questo ritardo. Il Campionato incombe e cerchiamo di lavorare su altri punti. Uno di questi è sicuramente la  gara di oggi che valuteremo e sarà una motivazione per migliorarci”.

P.D. “Allora… in bocca al lupo ai Lupi!”

LiveZon
zerottonove