Napoli: brutto pareggio

Napoli Reggina

Primo pareggio del Napoli primavera per due a due contro una buonissima Reggina, arrivata in Campania con tutte le sue giovanili. Oltre all’ottima prestazione della Primavera, sono arrivate anche due importantissime vittorie con i Giovanissimi che hanno battuto la Paganese per tre a zero e degli Allievi Nazionali, per cinque a tre contro la Juve Stabia di Mister Gargiulo, che veniva da un filotto di gare positive.

ARBITRO: Sig. Guccini di Albano Laziale, coadiuvato dai Sigg.ri Calcopietro, della sezione di Ostia  e Petrillo della sezione di Albano Laziale.

Guccini di A.Laziale

AMMONITI: El Kaddouri (N); Louzada, Cianci, Mariani e Okuku Orly (R)

MARCATORI: al 3° Insigne e al 24° El Kaddouri (N); al 14° e al 27° Campanacci ( R ).

Il titolare della prima squadra Campagnacci, oltre alla splendida doppietta, nei quarantacinque minuti che ha giocato è stato l’uomo che ha impensierito di più la retrogardia partenopea.

Campagnacci

Giornata di sole al “Bisceglia” di Aversa dopo giorni di alluvioni nel Napoletano.  Il sole però non brilla per il Napoli primavera che impatta con il primo pareggio con la Reggina di Mister Roberto Cevoli. Oltre ai demeriti del Napoli però va sottolineata la gara intelligente svolta dagli “Amaranto” di Reggio Calabria che sono riusciti ad imbrigliare gli attacchi predominanti dei ragazzi di Mister Saurini. Insigne ancora sul tabellino dei marcatori con una stupenda punizione defilata alla sinistra di Licastro che nulla può sul tiro a giro di Roberto al terzo minuto. Il pareggio dei Calabresi al 14° con una bella manovra in ripartenza con Campagnacci che finalizza al meglio un assist dalla destra di Da Silva. Al 20° il Napoli opera un ottimo scambio Nicolao Scielzo con servizio per  Palma, il forte tiro del quale viene contrato da Capitan Cianci. Al 23° ancora Napoli con Scielzo che si divincola abilmente di due avversari e viene atterrato ai limiti dell’area. Punizione battuta da El Kaddouri che al 24° porta i partenopei in vantaggio.

El Kaddouri

Pochi minuti ed al 27° si evidenzia tutta l’esperienza del titolare della prima squadra Campagnacci che, lasciato solo in area, opera una spettacolare rovesciata sull’ennesimo assist di Da Silva e porta il match in parità. Parità che persisterà fino al triplice fischio del Sig. Guccini che sancisce il risultato finale di due a due.

Al termine della gara le opinioni di Mister Roberto Cevoli, della Reggina Calcio

CR.: “ Mister complimenti per i suoi ragazzi, c’è da dire, ed in questo ci conforta anche il risultato, che la Reggina è tra le squadre viste sul Bisceglia, quella che ha saputo maggiormente occupare gli spazi in campo.”

Mist.Cevoli

Mister: “Io innanzitutto la ringrazio per le belle parole spese e sono contento per ciò che ha detto. Come già sapevamo, ho visto una partita molto difficile soprattutto per le capacità del Napoli, che non a caso occupa il primo posto in classifica, e questo significa molto. Noi abbiamo cercato sempre di giocare palla a terra , come è nella nostra filosofia, cercando di lanciare il meno possibile. Questo l’abbiamo fatto benino, anche se a tratti, abbiamo avuto qualche difficoltà. Al di là di tutto, penso però che abbiamo meritato il risultato finale. Mi è dispiaciuto che è dovuto uscire Campagnacci, che avevamo in rosa per farlo recuperare, mentre è dovuto uscire ancora per problemi. Però, tutto sommato, penso che i ragazzi stanno crescendo soprattutto sotto l’aspetto mentale.”

CR.: “Cosa pensa dell’altra squadra Campana?”

Mister: “Noi non abbiamo ancora incontratola Juve Stabia, però a quanto vedo stà facendo molto bene e mi stà sorprendendo per i suoi risultati. Evidentemente stà seguendo un grosso lavoro di “equipe” e per questo voglio complimentarmi con Loro”

CR.: “Il Napoli oggi è sembrato leggermente sottotono, rispetto ad altre gare, non le sembra?”

Mister: “Guardi, io non ho riferimenti sul Napoli. Solo oggi li ho visti giocare e le posso dire che ha giocatori di grande valore. Credo anche però che la Reggina è stata molto positiva ed in definitiva sostengo che i nostri obbiettivi sono proprio questi: operare una crescita progressiva!”

Pre partita Cevoli

 

Articolo precedentePastificio Antonio Amato, la parola ai nuovi proprietari
Prossimo articoloAbagnale nuovo talento campano in nazionale under 15
Avatar
Pasquale D’Aniello, giornalista, nato a Sant’Antonio Abate in provincia di Napoli. Da sempre appassionato di calcio con alcune esperienze dilettantistiche sul campo e sulla panchina. Autore nel 2012 del Libro: "Scugnizzeria agli Albori di un Successo"​ e premiato a Gallipoli nel 2015 (Torneo Internazionale che assegna il Trofeo Caroli Hotels), quale miglior giornalista del calcio giovanile. L'approccio con il calcio giovanile dilettantistico e professionistico da qualche decennio, ha fatto maturare in me nuove convinzioni ed intravedere nuovi orizzonti. "​ Il calcio è educazione, è economia, è uno dei modi di essere società"​. Tutto questo mi ha portato ad essere un "Cronista del calcio giovanile Campano"​, con il fine ultimo di far comprendere che questo Sport deve essere una sana sfida per misurare l'estro calcistico e nulla ha, che possa riguardare il fanatismo e qualsiasi altra devianza che provoca rancore anche a pochi metri di distanza tra i vari campi di calcio. La fortuna poi, di incontrare tantissimi professionisti legati a questo mondo, ha fatto il resto...