L’attore ed artista napoletano Massimiliano Gallo ha incontrato gli studenti dell’Università degli Studi di Salerno nell’ambito della rassegna dLiveMedia

Mercoledì 13, alle ore 14.30, presso l’Aula delle Lauree Nicola Cilento dell’Università degli Studi di Salerno, si è tenuto l’incontro con Massimiliano Gallo, attore ed artista Napoletano.
Ha parlato di molti film in cui ha recitato, tra cui “Veleno” (2017) e “Nato a Casal di Principe” (2017), entrambi film che raccontano una storia vera.

Il primo racconta della “Terra dei fuochi”, della difficile situazione ambientale e territoriale, di un ambiente inquinato oltre che violato. È la storia della sorella del produttore e del marito, morto a causa di un tumore provocato proprio dalle acque inquinate del territorio.
Il secondo racconta di una famiglia bene di Casal di Principe, a cui viene rapito un figlio, e molti anni dopo un pentito ne confessa l’uccisione, ma non ne ricorda il motivo.
Tutti film crudi, impegnati, quelli che interpreta Massimiliano Gallo. Ma non manca la vena comica: è infatti anche un attore comico ed ha lavorato, tra gli altri, con Vincenzo Salemme e Maurizio Casagrande.

Ha spiegato, inoltre, la differenza tra attore di teatro e attore di cinema: “Sono due percorsi molto differenti. Credo che bisogni essere prima un attore di teatro e poi un attore di cinema, in questo modo si è più completi. Nel teatro il personaggio ha un excursus temporale ben preciso, che nasce e muore all’interno di quelle sue ore. Nel cinema c’è un approfondimento della visione psicologica del personaggio”.

Sono interventi: Dott. Roberto Vargiu, Direttore artistico DLiveMedia, Prof. Domenico Apicella – Presidente Adisurc Campania e Docente di Diritto del Turismo Unisa, Giovanna Truda – Docente di Sociologia del Diritto.