Giornata mondiale per la lotta il cancro: l’impegno dell’Asl di Salerno



cancro

Il 4 febbraio è la Giornata mondiale per la lotta al cancro. L’Asl di Salerno è impegnata costantemente con le sue strutture

L’Asl Salerno è impegnata quotidianamente nella lotta contro il cancro, attraverso il coinvolgimento delle proprie strutture ospedaliere e territoriali che si occupano di prevenzione, diagnosi e cura delle patologie tumorali.Tale impegno si concretizza su vari fronti.

L’educazione e promozione della salute

L’Asl Salerno garantisce le attività di educazione e promozione della salute con la presenza presso 128 istituti scolastici, ovvero il 60% delle scuole della provincia – dove vengono svolti programmi di formazione, informazione e sensibilizzazione sui temi legati alla prevenzione dei tumori mediante l’adozione di stili di vita corretti e sani, con progetti che coinvolgono insegnanti studenti e operatori sanitari. Tali programmi hanno raggiunto ad oggi ben 18.000 alunni.

Gli Screening Oncologici

Per la prevenzione e la diagnosi precoce del cancro della Mammella, Cervice uterina (Collo dell’utero) e Colon-Retto, con i relativi test – ovvero la mammografia, il pap test e il kit per individuazione sangue occulto nelle feci eseguibili presso gli ambulatori dedicati presenti sul territorio aziendale, ritirando il kit presso il medico di famiglia.

Le Strutture aziendali per la diagnosi e il trattamento delle patologie tumorali, comprese nel Dipartimento Oncologico, con la seguente organizzazione:

  • Polo Oncologico Ospedale di Pagani: UOC Oncologia, UOC Ematologia, UOS Diagnostica ematologica, UOS Oncoematologia pediatrica, UOC Chirurgia oncologica, UOC Dermatologia, e UOSD Terapia del Dolore e cure Palliative; a queste si aggiungono specifiche risorse chirurgiche ubicate nell’Ospedale di Nocera Inferiore destinate a patologie oncologiche per le localizzazioni: testa-collo, cervello e genito-urinario.
  • Ospedale di Vallo della Lucania: UOSD Oncologia, UOSD Terapia Antalgica;
  • Ospedale di Battipaglia: UOSD di Medicina Nucleare e attività ambulatoriali di screening;
  • Ospedale di Polla: UOSD Servizio di Oncologia e attività ambulatoriali di oncologia;
  • Ospedale di Oliveto Citra: UOSD Terapia Antalgica.

Gli Hospice

Alle attività del Dipartimento Oncologico si affiancano le attività dei tre Hospice, le strutture residenziali
dedicate alla degenza dei malati che necessitano di cure palliative:

  • Hospice “La casa di Lara” – sito a Salerno in via Salvatore Calenda
  • Hospice “Il Giardino dei Girasoli” – sito a Eboli in località Acquarita
  • Hospice “S. Arsenio – Polla – Sala Consilina” – sito a Sant’Arsenio in via San Rocco

Le Tecnologie

Sul fronte delle apparecchiature l’Asl Salerno ha condotto una intensa opera di ammodernamento del proprio parco tecnologico, dotando i suoi Presidi Ospedalieri ed alcune strutture territoriali di nuove Tac, RMN e mammografi di ultima generazione, e programmando per il 2019 l’acquisizione di ulteriori Tac e Risonanze.

Il progetto sulla Radioterapia

La realizzazione della Radioterapia, presso il Presidio Ospedaliero di Pagani è il più importante progetto sul quale si sta lavorando, che prevede la costruzione un nuovo corpo di fabbrica e la dotazione di due acceleratori lineari. La Regione Campania ha già stanziato l’importo di 18 milioni di euro, a copertura sia delle spese per i lavori, sia per l’acquisizione della tecnologia.

Si tratta di una organizzazione complessa e ben articolata sul territorio – ha dichiarato il Commissario Straordinario dott. Mario Iervolinooggi in grado di fornire agli utenti risposte soddisfacenti. Per intercettare al meglio la domanda della popolazione e per fornire una risposta assistenziale sempre più di qualità stiamo lavorando all’adozione di una strategia unica e coordinata con l’Azienda Ospedaliera S.Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona, che consentirà una maggiore integrazione tra le strutture impegnate in ambito oncologico,
ottimizzando le risposteVoglio anche rivolgere un messaggio alle donne: aderire agli screening effettuando regolarmente il pap test e la mammografia consente di allontanare la paura o di limitare i danni con un intervento precocissimo. Sconfiggere definitivamente il cancro si può.”

Leggi anche