Lettera aperta della R.S.U di Alba all’Amministrazione



alba

La Rappresentanza Sindacale Unitaria della società partecipata Alba denuncia segni di ostracismo al lavoro degli addetti alla raccolta

Stamane la R.S.U aziendale della società Alba srl ha indirizzato una lettera di segnalazione all’Amministrazione Francese lamentando espedienti, da parte dei dirigenti e dell’amministratore della partecipata, finalizzati ad ostacolare il lavoro degli addetti alla raccolta.

Di fatto, gli operatori ecologici lamentano la mancanza di organizzazione dello scarico che consegue alle operazioni di raccolta diurna dei rifiuti urbani e per la quale è necessario avvalersi degli auto compattatori. Questi ultimi, secondo quanto riportato nella nota scritta, giacerebbero da mesi fermi nel piazzale aziendale in attesa di essere riparati, ma le evidenti difficoltà economiche in cui versa l’azienda non l’avrebbero reso possibile. Tuttavia, nonostante la perdita di bilancio, gli amministratori di Alba hanno deciso di ricorrere a ben due cooperative esterne per rispondere alle esigenze di raccolta rifiuti e giunge voce che forse se ne aggiungerà una terza.

Una contraddizione” riferisce Giaquinto Francesco, componente della R.S.U. di Alba se poi a questo aggiungiamo i tanti, troppi pensionamenti e la mancanza di una reale pianificazione aziendale, viene fuori una riflessione poco ottimistica. Questo ci induce a chiedere al dirigente, all’amministrazione e alla sindaca di questa città che sia fatta definitivamente chiarezza in merito alla questione”.

Leggi anche