Giornate Professionali di Cinema di Sorrento con Le Verità



Giornate Professionali di Cinema di Sorrento, anteprima del thriller psicologico Le Verità. Domani, sabato 3 dicembre, alle ore 18 al Cinema Armida la proiezione dell’opera prima di Giuseppe Alessio Nuzzo

A Sorrento domani, sabato 3 dicembre, alle ore 18 nell’ambito della trentanovesima edizione delle Giornate Professionali di Cinema di Sorrento presso il Cinema Armida (C.so Italia, 217) verrà proiettato in anteprima il film Le Verità, opera prima di Giuseppe Alessio Nuzzo, con Francesco Montanari, Nicoletta Romanoff, Anna Safroncik e Fabrizio Nevola e la partecipazione di Maria Grazia Cucinotta.

Durante l’evento interverranno il regista ed il cast che racconteranno la genesi del thriller psicologico realizzato da un team interamente under 35 che vede il supporto della Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento della Gioventù nell’ambito del progetto Film4Young.

Giornate Professionali di Cinema di Sorrento con Le VeritàLa pellicola Le Verità narra la storia del giovane imprenditore Gabriele Manetti che, tornato dall’India dopo un viaggio d’affari, sente che la sua vita sta per prendere una direzione diversa da quella che ha sempre avuto. Il suo mondo, le certezze che la sua condizione sociale gli ha permesso di avere, lo stesso rapporto con la sua fidanzata e con i suoi amici non lo appagano più. Si accorge, però, di essere tornato dal viaggio cambiato: casualmente scopre, infatti, di aver acquisito la capacità di poter “vedere” oltre le apparenze, di poter prevedere il futuro.

Per ulteriori informazioni www.leverita.it

Leggi anche



Articolo precedenteMyCicero, L’APP al servizio dei cittadini
Prossimo articoloCorso BLSD, a Fisciano tra volontariato e formazione
Avatar
Classe 1986, specializzata con lode in Storia dell'Arte Contemporanea [cattedra di Carla Subrizi, La Sapienza] con la tesi “Trouble Every Day: Tous Cannibales, la voracità da tabù ad arte, dall’arte alla società”. Da sempre interessata all’arte come alla scrittura, e alla comunicazione in genere, scrive di cultura, politica e attualità. Storica dell’Arte, esperta SEO e freelancer per vocazione, attualmente collabora anche con Artribune e Tiragraffi Magazine. Da marzo 2013 cura un personale blog sull’arte: ArtFriche Zone. “Soltanto quando il senso di associazione nella società non è più abbastanza forte da dare vita a concrete realtà, la stampa è in grado di creare quell’astrazione, il pubblico” (Dwight MacDonald).