Si spara il giorno della laurea: ventiseienne perde l’occhio



sindacati montecorvino pugliano

Si spara il giorno della sua laurea: un ventiseienne di Mercato San Severino perde l’occhio. Tutte le indagini del caso sono ancora in corso

Stazionarie le condizioni del ventiseienne di Mercato San Severino che si è sparato un colpo di pistola alla tempia nel giorno della sua laurea. Il giovane, residente nella frazione di Sant’Angelo, è attualmente ricoverato all’ospedale Ruggi d’Aragona di Salerno.

Secondo quanto riportato da Il Mattino, lo studente ha purtroppo perso l’occhio destro e dovrà subire interventi per ricostruire il massiccio facciale distrutto dal proiettile. Si spera che non abbia riportato gravi danni cerebrali

Non si conosce il motivo che avrebbe spinto lo studente a compiere un gesto così disperato. Ieri mattina, intanto, gli inquirenti hanno acquisito dall’università “Federico II” di Napoli la documentazione inerente alla storia accademica del giovane che lunedì avrebbe dovuto discutere la tesi di laurea in Scienze e Tecnica dell’Ambiente alla facoltà di Biologia. La famiglia era pronta a recarsi all’ateneo napoletano per la discussione, mentre il giovane si è sparato nel bagno di casa con la pistola del padre. Nessun biglietto per i familiari.

Il sito dell’università riporta tutte le date delle sedute di laurea previste, compresa quella di lunedì scorso, ma non ci sarebbero, però, conferme della presenza del ventiseienne nell’elenco degli studenti che avrebbero dovuto discutere la tesi quel giorno. Le indagini sono attualmente in corso.

 

 

Leggi anche