L’accessorio del momento? Fluo, ma con garbo



La regola n°1 di questo inverno? L’outfit di una donna di classe può essere anche estremamente vintage, ma è necessario arricchirlo con accessori che si notino, o in alternativa con dettagli moderatamente esagerati.

Infatti,  se da un lato le ultime sfilate ripropongono colori già noti (il nero, il petrolio, il viola, il cipria, il grigio), dall’altro incoraggiano l’adozione di un make-up da diva e di una serie di accessori con colori “ad alta definizione”, che spiccano nascondendosi dietro forme e tagli classici: così le “pump” (scarpe col tacco) diventano fucsia o gialle, i bangles (bracciali rigidi) si arricchiscono di nuances delicatamente fluo, e il classico colletto di pizzo viene rieditato in versione gold metal. Noi donne di classe dobbiamo mostrare di essere spiritose con garbo, e allora via libera a tutti quei cappottini dal taglio “anni ’80” che ricordano la nonna, interpretati però nei pantoni caldi di questo pazzo inverno, dal viola all’arancione, dal rosa “bon ton” al verde pastello, dal porpora al blu elettrico. E i cappelli? Mai abbinati con la sciarpa, ma possibilmente handmade e dalla forma innovativa: sì a tutti i copricapi stile “Kate Middleton” ma con dettagli attuali (come le impunture colorate, i fiori a tinte vivaci, le perline di varie forme).

Per le borse, invece, bisogna avere un occhio particolare: le pochette da portare a mano o legate al polso fanno tendenza, a patto però che richiamino la collana o la cintura, mentre il cappello può essere abbinato con i pantaloni o il sottogiacca. Follie modaiole? No, solo un nuovo modo di esprimere il gusto per lo stile, che può essere espresso anche esulando dai soliti canoni, purché lo si sappia interpretare. Per cui, non stupitevi di trovare in giro deliziosi braccialetti intrecciati con teschi dorati: quest’anno la moda vuole stupirci con sensazioni inedite che rispecchiano un ritorno al passato, visto con gli occhi di una moderna fashion victim.

Leggi anche