La Salernitana vince e convince, Giannetti e Kiyine stendono il Catanzaro



salernitana
foto: pagina Facebook ufficiale US Salernitana 1919 - Ianuale Photo

Partita a senso unico per la nuova Salernitana di Gian Piero Ventura. Tris servito al Catanzaro grazie alla rete di Kiyine e alla doppietta di Giannetti

Comincia nel migliore dei modi l’avventura di Gian Piero Ventura sulla panchina della Salernitana. I granata, chiamati alla prima vera sfida, hanno dimostrato grande spirito di squadra, conquistando così una vittoria schiacciante per 3-1 ai danni del Catanzaro di Auteri. 

Hanno convinto in pieno i nuovi innesti giunti nel mercato estivo, primo su tutti Niccolò Giannetti, grazie ai due gol segnati che hanno permesso di mettere al sicuro il risultato. Molto bene anche Pawel Jaroszynski, schierato come terzo di difesa. Il giocatore polacco ha disputato una partita al limite della perfezione per quel che riguarda la fase difensiva. C’è ancora molto da lavorare, invece, su Maistro. Il centrocampista ha sicuramente grandissime doti tecniche, me deve però entrare a pieno regime nelle manovre della squadra. Note di merito anche per Kiyine, autore del vantaggio iniziale e per Akpa Akpro, subentrato nel secondo tempo.

La partita

Match a senso unico per la Salernitana di Ventura. La prima rete arriva al 21′ del primo tempo, a seguito di un’azione in solitaria provata da Lamin Jallow. Il pallone calciato dal gambiano finisce sulla mano di Signori, e l’arbitro decreta il calcio di rigore. Sul dischetto si presenta una vecchia conoscenza granata, Sofian Kyine: il centrocampista batte l’ex Adamonis, grazie anche all’aiuto del palo. 

Il raddoppio arriva nei minuti finali. Un ispirato Jallow serve un pallone morbido al centro per Giannetti che, con una gran sforbiciata, batte di nuovo Adamonis, e regala così il 2-0 ai suoi. 

Dopo il gol fallito da Jallow, sopraffatto dal troppo egoismo, ecco che arriva il gol che chiude virtualmente la partita. Il neo entrato Akpa Akpro serve il pallone a Giannetti su un piatto d’argento. L’attaccante ex Cagliari non deve far altro che appoggiare in rete. 

Il Catanzaro, però, non si perde d’animo, ed accorcia con Mangni. Una dormita generale della difesa granata ha permesso al centravanti della formazione calabrese di insaccare di testa. 

Poco conta il gol subito; la Salernitana passa al turno successivo della Coppa Italia. Questa volta, ad aspettarla, sarà il Lecce

 

 

Leggi anche