Campania, prima regione italiana nel gioco online



I dati raccolti dal CNR di Pisa dimostrano che la Campania è la prima regione italiana per volume d’affari nel gioco online

Il gioco d’azzardo online è in continua crescita in Italia ormai da anni. Come si può vedere dai dati riportati dal sito economico Milano Finanza, il settore ha continuato a procedere nel suo trend positivo anche nei primi tre mesi del 2016. A fare da locomotiva sono i casinò online, che crescono del 38,3% rispetto ai primi tre mesi dell’anno precedente e incassano ben 101,5 milioni di euro. Va meno bene il poker, dopo un boom attorno agli anni 2000, ha visto diminuire pian piano la sua fetta di mercato, erosa da altri tipi di gioco come appunto quelli di casinò e le slot online.

campaniaMa sono ancora più interessanti per noi i dati sul gioco d’azzardo suddivisi per regione, di recente pubblicati in un’indagine del CNR di Pisa, e commissionati dall’Agenzia dogane e monopoli di Stato. Secondo l’indagine, l’Italia appare come un paese spaccato a metà.

Il CNR ha indirizzato la sua indagine verso la percentuale di giocatori tra i cittadini tra 15 e i 64 anni e ha scoperto che la media italiana è del 47%. Nelle regioni del Centro-Sud, la percentuale è superiore alla media, mentre al Nord è inferiore. In cima alla classifica delle regioni dove si gioca di più c’è la Campania, che arriva al 57%. Subito dietro vengono Calabria, Lazio, Sicilia e Puglia. In fondo alla classifica invece ci sono l’Emilia-Romagna, il Trentino Alto Adige, la Liguria e il Veneto.

Del resto che la Campania, e Napoli in particolare, fossero luoghi in cui il gioco è una passione diffusa, non è certo una novità. La città della smorfia ha fatto della ricerca del colpo fortunato al gioco una vera e propria arte.

È chiaro quindi che gli italiani, e in particolare quelli che vivono al Centro-Sud, rimangano un popolo di appassionati del gioco, come del resto è da secoli se non millenni. Le abitudini dei giocatori italiani, però, stanno cambiando. Sempre più persone, in particolare giovani, si rivolgono ai siti di gioco, che sono diventati legali nel 2011. Tra questi ci sono diversi siti internazionali come William Hill o 888, e alcuni siti del tutto italiani, come il portale completamente italiano del casinò Iziplay.

campaniaI casinò online hanno permesso a tutti di accedere a giochi che prima erano a disposizione di una piccola élite di giocatori molto ricchi, come roulette o baccarat, e la novità ha attirato moltissimo i giocatori, forse stanchi di lotto e schedine. È difficile dire se la mania per il gioco online sarà destinata a sedimentarsi e a diventare un cambiamento duraturo, ma di certo per ora gli italiani, e in particolare quelli del Centro-Sud, si sono dimostrati molto ben disposti verso la novità.

Leggi anche