Infioratori omaggiano l’Arma dei Carabinieri con la Virgo Fidelis



I maestri infioratori omaggiano il bicentenario dell’Arma dei Carabinieri con una splendida composizione di petali, la Madonna che sorregge Salvo D’Acquisto

Nell’ambito del Festival Internazionale dell’Infiorata, che si sta svolgendo a Cusano Mutri dall’11 e fino al 18 maggio, i maestri infioratori hanno voluto dedicare una opera d’arte all’Arma dei Carabinieri in occasione del bicentenario dalla fondazione.

L’iniziativa, che si inserisce nell’ambito del concorso internazionale di tappeti artistici floreali, ha visto come protagonisti 15 gruppi d’infioratori provenienti dall’Italia e dall’estero. Su ideazione dell’architetto Giuseppe Franco, i maestri infioratori  della Pro Loco Cusanese hanno realizzato una splendida opera nella Chiesa patronale di San Nicola, che raffigura la Virgo Fidelis che sostiene tra le braccia il corpo esanime di Salvo D’Acquisto.

infioratori

Un’opera pensata simbolicamente, in ricordo di tutti i caduti dell’Arma dei carabinieri nei duecento anni ininterrotti di militanza, efficienza e generosità che tuttora proseguono.  “Sii fedele sino alla morte” è l’ammonimento di Maria: ammonimento condiviso dal Papa Pio XII che nel 1949 l’ha proclamata patrona dell’Arma dei carabinieri facendo autorevole richiamo al motto araldico “nei secoli fedele” ed affermando testualmente che della virtù della fedeltà i carabinieri diedero “fulgidissimo esempio” in ricordo dell’epica battaglia di Culqualber combattuta in terra d’Africa il 21 novembre 1941.

Il vicebrigadiere dell’Arma Salvo D’Acquisto, morto il 23 settembre 1943 a Torre di Palidoro (Roma)  offrì la sua vita in cambio di 22 civili rastrellati dai militari tedeschi. La bellissima opera, fatta di petali di fiori, ha particolarmente colpito i visitatori per la straordinaria prospettiva, originalità dei colori e cura dei dettagli.

Leggi anche