HomeAttualitàI Sindaci della Valle dell'Irno contro l'Asl su campagna vaccinale

I Sindaci della Valle dell’Irno contro l’Asl su campagna vaccinale

Covid-19
Aggiornamenti

Italia
397,564
Totale Casi Attivi
Updated on 8 May 2021 6:14
37,889FansMi piace
702FollowerSegui
1,500FollowerSegui
250FollowerSegui
980IscrittiIscriviti

Tag
zerottonove.it

I Comuni della Valle dell’Irno chiedono un tempestivo intervento dell’Asl per la risoluzione delle problematicità legate alla campagna vaccinale anti-Covid

Presso i Comuni della Valle dell’Irno, al 1 Maggio ,sono state somministrate appena il 21,68% delle dosi di vaccino anti-Covid: un dato che è di otto punti al di sotto della media regionale (29.56 %), che diventano dodici su base nazionale, e che ha spinto questo pomeriggio i Comuni di Baronissi, Bracigliano, Calvanico, Mercato San Severino, Fisciano e Siano ad inviare una lettera di diffida all’Asl.

Nella missiva si chiede al Distretto Sanitario 67 di risolvere tempestivamente tutte le problematicità organizzative e di coordinamento della campagna vaccinale, ben consci che una completa e tempestiva inoculazione delle dosi permetterebbe di contrastare efficacemente la diffusione del contagio da Covid-19, consentendo infine la completa riapertura di tutte le attività economiche, da ormai più di un anno sotto al giogo del virus pandemico.

Tutti i dati

Di seguito tutti i dati – aggiornati a sabato 1 Maggio –  relativi alla campagna vaccinale nei Comuni della Valle dell’Irno :

  •  Baronissi hanno ricevuto il vaccino 4157 persone con una media del 24,16%;
  • Bracigliano, su 5600 abitanti ha ricevuto 1250 dosi pari al 22,32% della popolazione;
  • Calvanico,  su 1700 residenti  sono 310 i vaccinati (18,25%)
  • Fisciano, su 13.720 residenti sono state somministrate  2490 dosi (18.25%);
  • a Mercato San Severino su 22mila abitanti sono state inoculate 4521 dosi (20.55%);
  • a Siano (9700 residenti) somministrate 2453 dosi (25,10%).