Lotta all’evasione, la Guardia di Finanza di Salerno sequestra beni per 200.000 euro



salerno

La Guardia di Finanza di Salerno ha eseguito un decreto di sequestro preventivo di beni per circa 207.000 euro nei confronti di un imprenditore di Casal Velino

Su disposizione di questa Procura, la Guardia di Finanza del Comando Provinciale di Salerno ha eseguito un decreto di sequestro preventivo di beni fino alla concorrenza di circa 207 mila euro, emesso dal GIP del Tribunale di Vallo della Lucania, nei confronti di B.F., imprenditore di Casal Velino, per il reato di presentazione infedele della dichiarazione al fine di evadere le imposte sui redditi, previsto e punito dall’art. 4 del D.Lgs. n. 74/2000.

Le attività investigative, svolte dai Finanzieri della Tenenza di Marina di Casal Velino, sono scaturite da una verifica fiscale eseguita nei confronti di una locale impresa operante nel settore turistico — ricettivo, ed hanno portato a rilevare l’omessa indicazione in dichiarazione di redditi per più di 750.000 euro.

Nella prospettiva di recuperare l’illecito risparmio di imposta è stata disposta la misura cautelare reale, all’esito della quale sono stati sottoposti a sequestro conti correnti riconducibili alla società e all’indagato, quote azionarie e societarie, un deposito di risparmio e un immobile per un ammontare complessivo pari alle somme non versate all’Erario.

L’operazione di servizio, svolta in sinergia con questa A.G., testimonia ancora una volta il fondamentale ruolo della Guardia di Finanza, quale forza di polizia economico-finanziaria specializzata nel contrasto degli illeciti di natura tributaria.

Leggi anche