Gioi, bambina cade dalla bicicletta: gravi le condizioni di salute



scafati

Una bambina di nove anni, in vacanza con i suoi nonni a Gioi Cilento, lotta per sopravvivere al Santobono di Napoli dopo una tragica caduta dalla bicicletta

La bambina, come si legge sul quotidiano La Città, residente a Roma, si trovava in vacanza con il papà a Gioi Cilento, a casa dei nonni. Nel pomeriggio era uscita con la sua bici per qualche ora di svago nel centro del paese, poco lontano dall’abitazione in cui stava trascorrendo le vacanze.  All’improvviso ha perso il controllo della bici ed è caduta picchiando violentemente la testa sulla strada.

Alcuni residenti, presenti al momento dell’incidente hanno provveduto ad allertare i soccorsi e poi trasportata dai sanitari del 118 all’ospedale “San Luca” di Vallo della Lucania. Data la gravità delle sue condizioni,  dopo i primi accertamenti, i sanitari del presidio sanitario vallese hanno disposto il trasferimento della piccola paziente a Napoli, nell’ospedale Santobono dove è adesso ricoverata in prognosi è riservata e lotta per sopravvivere.

I carabinieri, diretti dal capitano Mennato Malgieri, hanno sottoposto a sequestro la bicicletta ed avviato le indagini per ricostruire con esattezza la dinamica dell’incidente.

Leggi anche



Articolo precedenteFabbrica Salerno, i risultati a Palazzo di Città
Prossimo articoloCeraso, non ce l’ha fatta il sedicenne caduto dalla moto
Avatar
Classe 1993, Laureata con lode in Lettere moderne presso l'Università degli Studi di Salerno, discutendo una tesi dal titolo "Aspetti dello sperimentalismo ovidiano: ars amatoria e remedia amoris". Attualmente impegnata nel corso di laurea magistrale in Filologia moderna. «M’abbandono all’adorabile viaggio: leggere, vivere dove guidano le parole», afferma Paul Valery e allo stesso modo, appassionata di lettura e di scrittura, credo fermamente nell'importanza e nella capacità persuasiva delle parole. Scrivere, per me, significa condividere: partecipare insieme, offrire del proprio ad altri, un'esperienza che affratella e, se vissuta da più punti di vista, più ricca, fertile di discernimento, di emozione comunicante, tutto ciò che la collaborazione con il team di Zerottonove, sono sicura, mi donerà. Propositiva, caparbia, sono attratta dalla possibilità di arricchire sempre più il mio bagaglio culturale, abbracciando qualsiasi esperienza che, nei limiti del possibile, si presenti, mai rinunciando a priori, perché ogni esperienza potrebbe essere un'occasione di svolta.