Giffoni Valle Piana, arrestato 32enne per truffa



Giffoni

Nel pomeriggio di ieri, a Napoli, quartiere Marianella, i Carabinieri della Stazione di Giffoni Valle Piana hanno tratto in arresto il pregiudicato Vincenzo Oliva, 32enne del posto, in quanto gravemente indiziato di estorsione aggravata in concorso

La misura restrittiva scaturisce dall’attività investigativa svolta dai Carabinieri a seguito della denuncia sporta da un 78enne di Giffoni Valle Piana il quale, il 23 febbraio di quest’anno, venne contattato telefonicamente da un anonimo interlocutore, presentatosi come Maresciallo dei Carabinieri del Comando di Battipaglia, il quale richiese la somma di 8.500 euro per evitare che il figlio, responsabile di aver investito una donna con l’auto sprovvista di assicurazione, venisse arrestato.

L’anziano, intimorito dalla richiesta, consegnò i primi 2.500 euro, che custodiva a casa, alla persona presentatasi personalmente da lui, qualche minuto dopo la telefonata, come delegata al ritiro ed altri 6.000 euro, prelevati da banca ed ufficio postale, consegnandoli, una volta tornato a casa, sempre alla stessa persona.

Solo dopo aver incontrato il figlio, l’anziano si accorse di essere stato vittima di estorsione.

Le indagini dei Carabinieri, diretti dalla Compagnia di Battipaglia retta dal Maggiore Erich Fasolino, effettuate attraverso l’acquisizione dei tabulati di traffico telefonico e dei filmati dei sistemi di videosorveglianza presenti nelle strade percorse dal denunciante il giorno dell’evento, in cui è stato possibile risalire all’autovettura che seguiva l’anziano durante i suoi spostamenti, hanno permesso di identificare la persona che materialmente ritirò il danaro nel 32enne napoletano, già gravato da pregiudizi di polizia per reati specifici.

Espletate le formalità di rito, Vincenzo Oliva è stato sottoposto ai domiciliari presso la sua abitazione di Napoli.

Leggi anche