Fisciano Brain Camp, al via la 3° edizione

fisciano brain camp

Domani partirà la 3 edizione di Fisciano Brain Camp, che si terrà presso l’Università di Salerno. Una manifestazione per aiutare i giovani ad inserirsi nel lavoro

Domani, 4 giugno, e dopodomani, 5 giugno, si terrà la terza edizione di Fisciano Brain Camp, evento ufficiale del Comune di Fisciano, promosso, in collaborazione con l’Università degli Studi di Salerno, per creare un luogo di connessione tra il capitale umano, il territorio e il tessuto imprenditoriale dell’area di riferimento.

Nata nel 2017, la manifestazione favorisce l’inserimento dei giovani nel mercato del lavoro e promuove un modello di sviluppo cooperativo e sostenibile.

Martedì 4 si terrà alle 10.30, nell’Aula Foa, un panel introduttivo sul tema della cooperazione per l’innovazione e lo sviluppo sostenibile, con i saluti del Sindaco di Fisciano Vincenzo Sessa e del Rettore dell’Università di Salerno Aurelio Tommasetti, e gli interventi del Sottosegretario alla Pubblica Amministrazione Mattia Fantinati, del Consigliere Regionale Tommaso Amabile, di Andrea Mazziotti del Comitato Figli Costituenti, del Vice Direttore della Banca Montepruno Cono Federico, dell’impreditore Mauro Maccauro, del delegato al Placement d’Ateneo Francesco Colace e del Direttore del Disa-Mis Vincenzo Loia. Modera il panel Antonio Santoro, PhD dell’Università di Salerno.

Mercoledì 5, a partire dalle 10, presso il Teatro d’Ateneo si terrà il job meeting con le aziende partecipanti. Nei giorni a seguire si terrà il festival Vivi Unisa di Notte, storica rassegna degli  studenti universitari di tutto il Sud Italia.

L’organizzazione è coordinata dell’associazione Vivi Unisa e dal Consigliere comunale di Fisciano, delegato agli eventi e all’innovazione, Nicola Prudente.

“Fisciano Brain Camp si conferma uno degli eventi di punta del Comune di Fisciano. L’edizione di quest’anno è dedicata all’innovazione e allo sviluppo sostenibile.

Con più di 20 partner e 200 partecipanti accreditati, la manifestazione ha ancora una volta registrato un forte interesse da parte degli universitari e dei cittadini del territorio” afferma Nicola Prudente.