HomeAttualitàFisciano, casi di Coronavirus in città? Il Sindaco Sessa smentisce

Fisciano, casi di Coronavirus in città? Il Sindaco Sessa smentisce

Covid-19
Aggiornamenti

Italia
940,212
Totale Casi Attivi
Updated on 12 August 2022 11:00
37,889FansMi piace
702FollowerSegui
1,500FollowerSegui
250FollowerSegui
980IscrittiIscriviti

Tag
zerottonove.it

Vincenzo Sessa, sindaco di Fisciano, smentisce la notizia di sette presunti nuovi casi di Coronavirus in città: “Risaliremo agli autori della fake news”

“Sette nuovi casi di Coronavirus”: una dichiarazione fatta a nome di Primo Cittadino ma falsa. Questo è quanto emerge da una fake-news postata da un profilo (falso) del Sindaco di Fisciano, Vincenzo Sessa, il quale evidenziava la presunta positività di ben sette cittadini nel territorio fiscianese.

Questo il messaggio di smentita da parte del Sindaco: “È con grande dispiacere constatare la superficialità di chi, in un momento così delicato e difficile, come quello che stiamo vivendo, gioca a divulgare false notizie“.

L'immagine può contenere: 1 persona, il seguente testo "Vincenzo Sessa 21h· concitadini CONCi devo purtroppo informarvi che 7 icittadini sono risultati positivi al Covid-1 sono moglie e figlio di un nostro concitta sultato positivo nei giorni scorsi e l'altro coneittadi non sono stato autorizzato a divulgare nisono tutti residenti nella frazione diso Tutti sono ricoverati presso il cotugno ungano a loro gli auguri di tutta la comunit pronta guarigione. S"
La fake-news circolata in rete

“Il post che gira in rete con l’immagine del mio profilo è totalmente falso ed attualmente non si evidenziano casi di positività al covid-19 sul nostro territorio, continua il Primo Cittadino. Poi conclude: “Faremo quanto dovuto per risalire agli autori di questa falsa notizia, per segnalarli alle autorità competenti”.

Dunque falso allarme per la cittadinanza di Fisciano: al momento non ci sono nuovi casi di positività in città. Il Sindaco fa rientrare l’allarme ed è pronto a dare battaglia a chi fa divulgare fake-news per spaventare i cittadini in un momento così delicato per l’intero Paese.