Fisciano: anche Amabile a difesa di Pasquino per salvare la Facoltà di Medicina

“Il problema sollevato dal Rettore dell’Università di Salerno, Raimondo Pasquino, relativo alla Facoltà di Medicina di Salerno, avrebbe meritato ben altra attenzione da parte delle Istituzioni interessate e delle forze politiche tutte”.

Con queste parole è intervenuto ill sindaco di Fisciano, Tommaso Amabile, sulla questione della Facoltà di Medicina, che rischia la chiusura dopo appena 6 anni dalla sua inaugurazione, mettendo addirittura a rischio la conclusione degli studi dei primi laureati a Fisciano.

“Il Rettore – continua il primo cittadino – ha sollevato il problema serio della mancata adozione da parte della Regione Campania degli atti consequenziali scaturenti dalla sottoscrizione del protocollo di intesa da parte del Presidente Caldoro. Avendo la Regione trasmesso al Ministero le integrazioni richieste unitamente all’Atto Aziendale del Ruggi, si è raggiunto il risultato di far arenare la procedura avviata, impedendo la trasformazione dell’Azienda Ospedaliera in Azienda Ospedaliera Universitaria, ipotecando in negativo seriamente la sorte degli studenti laureandi che dovrebbero avviarsi alla fase della specializzazione post-laurea”.

“Tutti – si legge nella missiva inviata agli organi preposti – ci saremmo aspettati che le Istituzioni del territorio e la Provincia di Salerno prima di tutte, avessero dato sostegno e forza all’azione intrapresa dal Rettore dell’Università di Salerno che avrebbe dovuto rappresentare un interesse primario per l’intera comunità della Provincia di Salerno. Alla latitanza cronica degli esponenti regionali di maggioranza della Provincia di Salerno (consiglieri ed assessori) circa le problematiche del territorio, abbiamo assistito alla stupefacente e penalizzante posizione per Salerno, del Presidente della Provincia On. Cirielli, che ha inveito – per ragioni incomprensibili e lontane dagli interessi delle comunità amministrate – esclusivamente dettate da rancore e risentimento politico verso l’On.le  De Mita-che nel 2009 gli consentì di vincere la tornata elettorale alla Provincia- e verso il Rettore Pasquino, senza portare nessun contributo  costruttivo al problema”.

“Da Sindaco del Comune che si sente onorato di ospitare la Università degli Studi di Salerno sul proprio territorio – conclude Amabile – avverto il bisogno di esprimere incondizionato sostegno e solidarietà alla battaglia intrapresa dal Rettore dell’Università”. Il primo cittadino di Fisciano, inoltre, in qualità di consigliere provinciale del PD, si è dichiarato disposto a portare, se necessario, insieme all’intero gruppo, la problematica legata alla facoltà di Medicina all’attenzione del consiglio provinciale, ponendosi in modo incondizionato al fianco delle giuste posizioni rappresentate dall’Ateneo.