Etica per il buon governo a fianco dei lavoratori Treofan e della sindaca Cecilia Francese

compostaggio francese

La sindaca Cecilia Francese tenuta fuori dal MISE: una scelta inaccettabile per la comunità di Battipaglia e per l’intera nazione

Segue il comunicato stampa di Etica per il buon governo che così si esprime in merito all’episodio verificatosi ieri, lunedì 4 febbraio, al Ministero per lo Sviluppo Economico. Alla sindaca di Battipaglia, Cecilia Francese, è stato impedita la partecipazione al tavolo chiesto per discutere dei licenziamenti dell’azienda Treofan.

“Quelle scene lasciano il segno. Un Sindaco viene tenuto fuori dal palazzo del ministero dove altri decidevano del futuro di lavoratori della città che rappresenta.

Una scelta sconsiderata da parte di chi l’ha fatta, inaccettabile da parte di chi l’ha subita: i lavoratori e con loro un’intera comunità e un intero territorio.
Etica per il buon governo esprime tutta la solidarietà al Sindaco per la mancanza di rispetto portata nei confronti dell’istituzione, da parte di altre istituzioni e naturalmente rinnova tutta la solidarietà ai lavoratori della Treofan, offrendo ogni forma di collaborazione possa essere utile alla causa che non è solo la loro causa ma rappresenta ora più che mai una faccenda che riguarda tutti noi cittadini di Battipaglia e della piana del Sele.

Se era stata gradita e apprezzata la presenza del ministro Di Maio ai cancelli della Treofan lo scorso 26 dicembre, è stata al contrario assolutamente non gradita la non presenza del ministro ad un tavolo decisivo per la “nostra” questione. Un tavolo che sarebbe stato giusto convocare quando garantita anche la presenza di un attore decisivo quale il ministro del lavoro. E soprattutto è risultata sgradito il trattamento riservato al nostro Sindaco Cecilia Francese: presenti le istituzioni regionali, sarebbe stato giusto ammetterla al tavolo e comunque farla incontrare con le parti. Averla tenuta fuori, fermata da un funzionario “giù al portone” è in atto grave e ingiustificabile agli occhi di una comunità locale e di un’intera nazione.
La sindaca dottore.ssa Cecilia Francese, oltre a rappresentare i lavoratori licenziati, rappresenta tutto il popolo di Battipaglia. Il suo respingimento porta all’attenzione di tutti come siano considerati dal governo nazionale i rappresentanti degli anti “periferici”.

È assordante infine il silenzio dei parlamentari del collegio rispetto a questo grave affronto.
Il sindaco di Battipaglia era a Roma a difesa di un territorio che proprio i parlamentari eletti avrebbero dovuto tutelare, rappresentare e difendere già prima di lei. Aspettiamo i loro segnali sulla Treofan, sull’ambiente e sul brutto episodio del respingimento del nostro Sindaco

Dal canto suo il movimento Etica avvierà una sua commissione interna sul caso Treofan, con il coinvolgimento anche dei suoi rappresentanti nell’Amministrazione e nel consiglio comunale, per studiare il caso per:
1) vedere se si riesce a proporre soluzioni per il caso Treofan (anche alla luce della ZES)
2) per comprendere cosa sia realmente successo ed evitare altri casi simili che il nostro territorio non si può permettere.”