Home Territorio Eboli Eboli è nel "Disorder": dal 17 al 20 agosto ritorna il Festival...

Eboli è nel “Disorder”: dal 17 al 20 agosto ritorna il Festival di musica indipendente ed autoproduzioni

Covid-19
Aggiornamenti

Italia
169,302
Totale Casi Attivi
Updated on 23 October 2020 1:38
37,889FansMi piace
702FollowerSegui
1,500FollowerSegui
250FollowerSegui
980IscrittiIscriviti

Tag

Dal 17 al 20 agosto ritorna ad Eboli la settima edizione del Disorder, il Festival della musica “indipendente” ed autoproduzioni

L’associazione culturale Macrostudio, con il patrocinio del comune di Eboli, organizza nei giorni 17, 18, 19 e 20 e agosto, la settima edizione dell’evento Disorder,  il Festival indipendente interamente dedicato alla musica ed autoproduzioni. L’Arena di Sant’Antonio, nel cuore del centro storico di Eboli,  a partire dalle ore 20:00, ospiterà l’attesissimo evento.

Che cos’è il Disorder? Come lo si potrebbe definire se non un continuo esplorare l’arte e la musica nella loro totalità, una continua ricerca di nuovi linguaggi, di nuove espressioni, una continua ricerca dell’ “altro” non dimenticandosi mai delle proprie radici e delle proprie tradizioni. Si, perchè quest’anno Macrostudio sceglie “L’altro” come concept della settima edizione di Disorder.

Insomma, l’altro è distinto, separato, nuovo, ma anche anteriore, restante, successivo, prossimo ed infine diverso. L’altro è tutto e niente, passato e futuro, astratto e concreto, tempo e materia. Una sola parola, tanti significati. Un po’come il disordine che può essere materiale e definito ma anche interiore ed indecifrato e noi che di disordine viviamo diamo alla settima edizione di DISORDER.  L’altro è il nuovo, il diverso, siamo noi, sei tu. L’altro è un’esperienza, un episodio, un posto, un amore, una storia, un sogno, una vita. L’altro è quello che hai intorno ed ognuno è l’altro per qualcuno. Disorder è altro.

Un cartellone ricco e variegato dall’area food, mercatini live, live set, dj set, editoria swap party radio, letteratura, natura, fumetti e tanto altro ancora. Tanta musica per tutti i gusti, così da regalare al pubblico del Disorder una varietà di spettacoli ogni sera: in Arena si esibiranno 16 band live, provenienti da svariate parti del mondo tra cui Dizzy Ride (Canada), Technoir (Nigeria/Grecia), Saroos (Germania), ma anche talenti nazionali del calibro di Edda e Colombre, oltre ai talentuosi vincitori del contest 2017: Knup Trio, Plastic Radio, Hide Vincent, Yosh Whale. Dopo i live si passa ad Altrarea che è lo spazio dedicato alle attività notturne di Disorder, dove si esibiranno producers e videomakers e i vincitoridel contest: Dizziness, Nanai e Santhiago, ma anche dj e producers come Fabio Petrosino, Sattwa e la crew Disorder. I Sound System, saranno la  grande sorpresa di quest’anno.

 

Disorder

Ma Disorder non si ferma qui e, anche per questa edizione, parte dalle parole, quelle scritte e disegnate. Ospiti della sezione di editoria del settimo Disorder saranno: Anselmo Botte,Chiara Rapaccini in arte RAP, Stefano Antonucci e Daniele Fabbri. Ancora una sorpresa da parte di Macrostudio,  che il 20 agosto, nello spazio dedicato all’editoria, ospiterà una tappa del progetto Sofar Neaples. All’interno del festival per quattro giorni si alterneranno mostre d’arte, dalla grafica, alla pittura, alle illustrazioni e al design accompagnate da installazioni. Il progetto di esposizione è realizzato in collaborazione con Amor Vacui, collettivo di architetti con la passione per l’arte ed il design. Nel corso delle quattro serate, inoltre,  si proietteranno film, cortometraggi, videoclip musicali di registi indipendenti, legati in qualche modo al mondo della musica. Ospiti di questa edizione: Michele Bernardi, Nico Buonomolo, Magda Guidi, Marco Cappellacci. 

Anche quest’anno è stata adottata la politica dell’ Up To You a 3 euro. Cos’è? Niente di più semplice che “lo scegliere quanto pagare” per contribuire. La quota minima scelta è di 3 euro, ma chiunque ritenga che il festival, il posto e tutto ciò che c’è intorno valga un po’ di più, potrà offrire una somma più considerevole. Infine, per chi volesse seguire tutto Disorder, anche fuori dal Disorder, sarà allestita in collaborazione con il gruppo scout C.E.N.G.E.I. di Eboli ed il circolo locale di Legambiente un’area camping attrezzata con tutti i comfort del caso a pochissimi passi dall’area di svolgimento del festival.