Danzamaremito, chiusa la IX edizione



Danzamaremito, chiusa la IX edizione

Danzamaremito, lo stage internazionale realizzato con il patrocinio della Provincia di Salerno e del Comune di Ascea, ed organizzato da Amalia Salzano, Adriana Cava e Loredana Errico domenica scorsa ha archiviato un’entusiasmante IX edizione

Per lo stage internazionale di Danzamaremito su un totale di oltre 150 ragazzi provenienti dall’Italia e dall’estero oltre il 30%  ha colpito per doti, dedizione, bravura e attitudine alla disciplina, meritando di approfondire quell’inclinazione in prestigiose scuole e accademie del Bel Paese e non solo. Lo ha stabilito lo staff artistico invitato quest’anno a prestare la propria competenza in sette giorni di intenso studio. Tra i dati emerge anche, forse grazie anche all’introduzione di una classe maschile tra le diverse lezioni proposte, che sono proprio loro a custodire maggior talento.

Danzamaremito, chiusa la IX edizione
Danzamaremito, chiusa la IX edizione

A ritirare le due borse di studio più importanti sono stati infatti Filippo Franzese di 17 anni e Gabriele Rolle di 15: approdati ad Ascea rispettivamente da Castello di Cisterna, (Napoli) e Torino, il primo avrà la possibilità di studiare gratis per tutto l’anno a Reggio Emilia, presso la Scuola Progetto Danza di Michele Merola, giovane danzatore e coreografo già Premio Positano Leonide Massine, il secondo invece, per lo stesso arco di tempo, si trasferirà a Nizza, per frequentare il Centro Professionale Off Jazz di Gianin Loringett, mostro sacro nel settore, autore di diversi spettacoli di successo portati in giro per tutto il mondo. Sempre a Rolle anche la borsa di studio per Bielladanza. Andranno a Nizza, ma per un periodo più limitato, anche Rebecca Rosati (Eboli), Federica Grassi (Napoli) e Rachele Peloso (Latina). Cinque i danzatori scelti dalla posturologa Annamaria Salzano, che seguirà i ragazzi per 12 mesi con un progetto speciale. Ancora cinque gli insegnanti premiati con altrettanti corsi di aggiornamento diretti da Francesca Bernabini, alla Scala di Milano e all’Accademia Vaganova di San Pietroburgo.

Tutti i partecipanti dello stage internazionale Danzamaremito hanno deciso di salutare Ascea con uno spettacolo. In scena una Suite Don Chisciotte: Martha Iris Fernandez, Vice Direttore della Scuola Nazionale del Balletto di Cuba, ha ripreso le fasi salienti di repertorio; Antonina Randazzo, docente della Scuola di Ballo del Teatro di San Carlo, ha trasformato i corsi inferiori negli amorini; l’etoile Ugo Ranieri ha cucito una corale di passi a due. Nel mezzo anche le coreografie di Loringett e Merola. Il tutto con l’accompagnamento al pianoforte del Maestro Antonio Armagno del San Carlo: un vero lustro che si conviene solo ai grandi teatri.

Leggi anche