Cavese, “La Notte Blufoncé” del Centenario presentata al Comune



cavese, la notte blufoncé

-4 al Centenario della Cavese e quest’oggi a Palazzo di Città è stata presentata “La Notte Blufoncé”: tutte le informazioni sull’evento

La marcia di avvicinamento a “La Notte Blufoncé”, dedicata al Centenario della Cavese Calcio, sta per giungere al termine. Quest’oggi, presso Palazzo di Città, è stato presentato l’evento per i festeggiamenti dei 100 anni del glorioso club metelliano, in programma venerdì 24 maggio.

Queste le parole di Vincenzo Servalli, sindaco di Cava de’ Tirreni: Il Centenario della Cavese è un’emozione particolare per me. Se 5 anni fa mi avessero detto che avrei festeggiato questo evento da Sindaco di Cava de’ Tirreni, l’avrei presa come una battuta”.

“Abbiamo recuperato la Serie C in un anno importante, sia per il club che per la città, perché tutti i cavesi amano la Cavese, in quanto è un senso d’identità e di appartenenza. Quando mi incontro con i dirigenti e sindaci che fanno parte dell’ANCI (Associazione Nazionale Comuni Italiani, ndr) – racconta il Primo Cittadino – tutti mi chiedono come va la Cavese. Sono veramente contento, in particolare perché, dopo anni difficili, festeggiamo il Centenario avendo una società solida, con idee chiare, e capace di guardare al futuro, non solo al presente, con un progetto ben chiaro“.

Massimiliano Santoriello, presidente della Cavese, ha parlato così dell’avvicinamento al grande appuntamento:Ringrazio il Sindaco per le belle parole. Noi abbiamo fatto abbastanza per dare tranquillità e serenità alla società e all’ambiente, ma tanto ancora c’è da fare e lo faremo.

Questo Centenario – continua il numero 1 del club aquilotto – chiude una grande epoca della Cavese Calcio, perché è ricco di tante belle storie e momenti importanti che hanno rappresentato la nostra città e la casacca biancoblù. L‘organizzazione è stata straordinaria, grazie all’apporto dello staff e del Sindaco Servalli con la sua Amministrazione. Abbiamo affidato il tutto al nostro addetto stampa Lorenzo Ansaldi, che ha preparato un bellissimo programma, soprattutto a livello emozionale. Avremo oltre 250 tra vecchie glorie, dirigenti e allenatori che faranno ritornare alla mente i bei momenti vissuti.

Infine, ha concluso: “La Cavese deve essere un esempio per tutta la Regione, non solo la città: noi abbiamo l’onere e l’onore di portarla avanti con grande orgoglio”.

Il programma

La città di Cava de’ Tirreni sarà vestita ‘a festa’ per questo importante evento: lungo il corso Umberto I e i portici metelliani saranno raffigurati delle foto-storie dedicate al club, oltre alle luci che saranno rigorosamente bianco e blu.

Come spiegato dall’addetto stampa della Cavese, Lorenzo Ansaldi, il programma che porterà a “La Notte Blufoncé” seguirà varie tappe:

– Alle ore 18:00 ci sarà un incontro allo Stadio “Simonetta Lamberti” con le Vecchie Glorie che rivivranno il sapore del manto erboso dell’impianto metelliano e saranno presenti anche i tifosi.
– Successivamente, intorno alle 19:15, ci sarà la marcia che porterà il popolo blufoncé verso Palazzo Guida, lì dove per la prima volta nel 1919 ci fu l’incontro per la fondazione della Cavese Calcio. Giunti lì, ci sarà la scopertura di una targa con una dedica particolare.
Ci sarà un momento dedicato ai bambini in piazza Duomo, con la collaborazione del Centro Sportivo Italiano di Cava de’ Tirreni: gonfiabili, angolo per fare selfie per festeggiare con i piccoli aquilotti.
– Infine, si giungerà al clou con la ‘Notte Blufoncé’ che vedrà prima la musica degli Skizzikea e successivamente l’inizio ufficiale della festa alle 21:30, dove a presentare ci saranno Fernando Siani (giornalista di Sportitalia) e Jolanda De Rienzo (giornalista e presentatrice di Eleven Sports). La festa sarà accompagnata da racconti dei 100 anni della Cavese Calcio ed inoltre verrà svelata la prima maglia della prossima stagione calcistica, rinominata “Centenaria”.

 

Leggi anche