Cavese, DASPO per tre tifosi metelliani



Tre tifosi della Cavese sono stati daspati dal Questore in occasione dell’incontro di calcio Cavese – Andria, per aver lanciato materiale pericoloso dalla tribuna scoperta

Cavese – Non bastavano i guai societari, ora ci si mette anche l’ennesimo provvedimento, questa volta, nei confronti di tre tifosi.

Il Questore di Salerno ha infatti emesso tre provvedimenti di divieto di accesso a luoghi ove si svolgono manifestazioni sportive, DASPO, nei confronti di tre tifosi della squadra di calcio “Cavese”.

CaveseNei confronti di due di loro, un 28enne residente a Cava de’ Tirreni e un 44enne residente a Salerno, è stato emesso un DASPO di 5 anni con prescrizioni, in quanto entrambi già destinatari in passato di analoghi provvedimenti. Il terzo tifoso, 29enne residente a Cava de’ Tirreni, è stato daspato per tre anni, senza prescrizioni.

I DASPO sono stati emessi nei confronti dei tre tifosi, perché in occasione dell’incontro di calcio Cavese – Andria, disputatosi il 26 aprile 2015 presso lo stadio comunale Simonetta Lamberti di Cava de’ Tirreni, furono deferiti all’Autorità Giudiziaria, in stato di libertà, per il reato di lancio di materiale pericoloso, dalla tribuna scoperta.

Per loro, questa, non è una bella notizia e purtroppo non saranno gli unici a soffrire. Si prospetta infatti un’altra “calda” estate per la Cavese, che sogna di assicurarsi il futuro e per i suoi tifosi, che spereranno fino alla fine di vedere i propri beniamini protagonisti del prossimo campionato.

Leggi anche