Home Territorio Cava de' Tirreni Cava, tenta di rubare un'auto: in manette pregiudicato

Cava, tenta di rubare un’auto: in manette pregiudicato

Covid-19
Aggiornamenti

Italia
558,068
Totale Casi Attivi
Updated on 16 January 2021 15:33
37,889FansMi piace
702FollowerSegui
1,500FollowerSegui
250FollowerSegui
980IscrittiIscriviti

Tag
zerottonove.it

L’uomo, già noto alle Forze dell’Ordine, è stato tratto in arresto dopo essere stato sorpreso nel tentativo di rubare un’auto nella centrale via Tafuri a Cava de’ Tirreni

Nelle prime ore della notte di oggi, 24 novembre, gli agenti della Polizia di Stato del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Cava de’ Tirreni – Sezione Volanti hanno tratto in arresto un pregiudicato, originario del napoletano, perché resosi responsabile di un tentativo di furto aggravato di un’autovettura.

Trascorsa da poco la mezzanotte, presso il numero unico di emergenza del Commissariato giungeva una segnalazione di un cittadino di movimenti sospetti nei pressi di un’auto in sosta nella centrale via Tafuri .Gli agenti di pattuglia prontamente giungevano sul posto e, nei pressi di una city car ivi parcheggiata, con il paraurti anteriore già smontato, individuavano un uomo che, abbandonando sulla strada alcuni attrezzi, si dava a precipitosa fuga, scavalcando la recinzione della vicina Villa Comunale e cercando di raggiungere la strada statale.
Immediatamente i poliziotti lo inseguivano all’interno, mentre una seconda Volante effettuava la perlustrazione del perimetro della Villa per tagliargli la via di fuga.
Dopo un breve inseguimento a piedi nei giardini, gli Agenti, non senza difficoltà, riuscivano a bloccare l’uomo, sottoponendolo a perquisizione personale e del veicolo, preso a noleggio, che era nella sua disponibilità, all’esito della quale venivano rinvenuti vari attrezzi atti allo scasso.

L’uomo, condotto presso gli uffici del Commissariato per gli adempimenti di rito, è stato identificato per A.F. di anni 35, pregiudicato per vari reati contro il patrimonio, ed ivi trattenuto a disposizione dell’Autorità Giudiziaria per il giudizio direttissimo.
Al predetto è stata altresì elevata la sanzione amministrativa ex art. 4 D.L. 19/2020 per aver violato le misure di contenimento della cosiddetta “zonarossa” per la prevenzione del contagio dacovid-19.